Giornalisti riuniti a Imola: a rischio la libertà di informazione


IMOLA (BOLOGNA), 8 MAR. 2009 – "Gli spazi di libera informazione in Italia si restringono sempre più". La denuncia è dei giornalisti della componente sindacale di ‘Autonomia e Solidarietà’, riuniti a Imola in assemblea nazionale. "Le leggi-bavaglio sulle intercettazioni che si tenta di introdurre, le intimidazioni ai cronisti, le intromissioni della politica, l’enfatizzazione di continue emergenze mediatiche nascondono e tolgono la voce all’Italia più vera, quella impoverita ed alla prese con una grave crisi economica", afferma ‘Autonomia e Solidarietà’, che chiede "unità di fronte ad una stagione che ormai mette a rischio anche i diritti costituzionali. Unità interna, unità nel sindacato giornalisti, unità della opinione pubblica a fianco di chi chiede un’informazione migliore e più libera". I giornalisti italiani "hanno diritto ad un rapido rinnovo del contratto di lavoro, ad una nuova legislazione sulla pubblicità che superi i vincoli corporativi ed i favori politici che affiorano dalle norme esistenti. C’è bisogno di più formazione professionale, di canali di accesso che diano speranze ai giovani e ai precari, di una nuova legge sull’ordine professionale che dia garanzie ai giornalisti ed ai lettori".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet