A Ginevra Lamborghini presenta la Superveloce


In occasione del Salone dell’Automobile di Ginevra, Automobili Lamborghini presenta la Lamborghini LP 750-4 Superveloce. Con ancora più potenza, peso ridotto, un’aerodinamica ottimizzata e tecnologie innovative “la Lamborghini Aventador LP 750-4 Superveloce è ad oggi l’incarnazione più pura dello spirito Lamborghini, portatrice di un DNA inconfondibile da super sportiva che si declina in qualità dinamiche superiori e in una precisione di guida eccezionale. L’estrema attenzione alla riduzione dei pesi unita a tecnologie innovative ha generato la Lamborghini di serie più sportiva, veloce ed emozionante di sempre”, spiega il gruppo bolognese. Il peso è stato ulteriormente ridotto di 50 chilogrammi grazie all’utilizzo di soluzioni ingegneristiche mirate alla leggerezza, prima fra tutte l’uso esteso della fibra di carbonio. La potenza del V12 aspirato è invece stata incrementata fino a 552 kW/750 Cv. Uniti, questi interventi hanno portato allo straordinario rapporto peso/potenza di 2,03 kg/Cv. La Superveloce accelera da 0 a 100 km/h in 2.8 secondi ed è poi in grado di allungare fino a raggiungere una velocità massima di 350 km/h. “La nuova Aventador Superveloce continua la tradizione Lamborghini dei modelli SV, spostando sempre più in là i limiti in termini di prestazioni e pure emozioni legate alla guida”, ha dichiarato Stephan Winkelmann, Presidente e Amministratore Delegato di Automobili Lamborghini. “Si tratta di un omaggio alla passione dei nostri clienti e degli appassionati del marchio che con il loro entusiasmo hanno reso possibile il più grosso successo mai registrato da una Lamborghini a motore V12, la Aventador, che abbiamo presentato ormai 4 anni fa. Nella Superveloce è evidente l’estrema competenza acquisita da Lamborghini nel campo delle soluzioni ingegneristiche superleggere. Le sue caratteristiche tecniche combinate con il design, gli altissimi standard qualitativi e la cura artigiana fanno della Superveloce la vettura più esclusiva, pura e coinvolgente nella storia del nostro marchio”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet