Gianpiero Calzolari presidente di Granarolo


BOLOGNA, 27 MAG. 2009 – Il cda di Granarolo spa ha nominato presidente Gianpiero Calzolari, già vicepresidente della società e presidente di Granlatte, la cooperativa che controlla Granarolo spa con il 77% delle azioni (altri azionisti: Banca Intesa 20%; Cooperlat 3%). Calzolari (che sarà affiancato dal vice presidente vicario, Bruno Altini) prende così il posto di Luciano Sita, che lascia l’azienda dopo 18 anni per dedicarsi a tempo pieno all’incarico di presidente di Legacoop Agroalimentare a Roma.Il cda di Granarolo spa, nella stessa seduta, ha approvato i risultati della relazione trimestrale al 31 marzo che, nonostante la congiuntura economica negativa, evidenziano un ulteriore miglioramento degli indicatori gestionali e finanziari: l’Ebitda cresce del 10% rispetto allo stesso periodo del 2008 (portando la sua incidenza sul fatturato al 9,4%) e il risultato prima delle tasse si attesta sugli 8 milioni di euro. Migliora anche la posizione finanziaria netta, che scende a 87 milioni (erano 108 milioni al 31/12/08), dei quali ben 48 sono da ascrivere al credito iva vantato nei confronti dell’Erario. Calzolari, 54 anni, bolognese, è una delle figure di spicco del mondo cooperativo. Presidente di Legacoop Bologna dal 2004, é stato vicepresidente di Legacoop Agraolimentare e presidente della stessa associazione per l’Emilia-Romagna.Chi è Gianpiero CalzolariNato a Monzuno (Bologna) il 12 dicembre 1955. Nel 1973 consegue la Maturità Classica presso il Liceo Minghetti di Bologna. Si iscrive alla facoltà di Scienze Agrarie presso l’Università degli studi di Bologna. Durante gli studi universitari fonda, con altri coetanei, la Cooperativa Agroforestale Avola.Nel 1984 viene eletto Sindaco del Comune di Monzuno, carica che riveste e fino al 1991. Nello stesso anno, rientrato alla Cooperativa Avola ne assume la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione fino al 1996. Nel 1996 coordina un gruppo di lavoro per la unificazione di due storiche cooperative braccianti della pianura bolognese, che porta alla nascita de Il Raccoto scarl di cui diviene Presidente. Dal 1998 assume anche l’incarico di responsabile del settore agroalimentare di Legacoop Bologna.Per conto dell’ANCA si è occupato delle relazioni industriali relativamente ai CCNL dei settori forestale ed agroindustriale. E’ presidente di Compagri SRL, società a controllo cooperativo, titolare di impianto per il compostaggio dei rifiuti. E’ stato Presidente del Parco Regionale di Monte Sole e consigliere di amministrazione di COSEA, consorzio per la gestione della discarica dei comuni montani. Dal 4 dicembre 2001 è presidente di Anca Legacoop Emilia-Romagna e dall’8 aprile 2002 vicepresidente di Anca Legacoop Nazionale. Il 4 Novembre 2004 è stato eletto presidente di Legacoop Bologna dall’assemblea dei presidenti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet