Gianni Berengo Gardin, il fotografo di Mirandola


MIRANDOLA (MO), 12 APR. 2010 – Gianni Berengo Gardin, uno dei più grandi fotografi italiani di tutti i tempi, diventerà cittadino onorario di Mirandola il prossimo 17 aprile. E’ il suo profondo legame con il comune in provincia di Modena, frutto di una frequentazione che dura ormai da 25 anni, ad aver fatto propendere per la concessione del massimo titolo onorifico della città. La cerimonia di consegna avverrà alle ore 18.30 nella Sala Granda del Municipio, nel corso di una seduta solenne del Consiglio comunale a cui parteciperà anche Silvana Turzio, autrice del volume “Gianni Berengo Gardin” (Mondadori 2009). E, a seguire, sarà il momento di una proiezione fotografica di Berengo Gardin, a cura del Gruppo Fotografico Leica.  Berengo Gardin nasce a Santa Margherita Ligure il 10 ottobre 1930. Avvicinandosi alla fotografia dal 1954 e iniziando l’attività di fotoreporter nel 1965 per Il Mondo, vanta nel corso della sua carriera collaborazioni con le principali testate di stampa illustrata nazionale ed estera, come Domus, Epoca, Le Figaro, L’Espresso, Time e Stern. Il suo modo caratteristico di fotografare il mondo e le diverse realtà e azioni che lo animano e caratterizzano, determinano la costante modernità nel fotografare di Berengo Gardin, con la capacità di conservare inalterato uno sguardo “classico” e allo stesso tempo di accettare tutti gli incontri, le sfide che la frenetica realtà contemporanea mette davanti a lui. Il suo è uno sguardo sereno, leggero, che non ha dubbi ma nemmeno certezze a priori. La sua è una fotografia viva, ricca, immediata che più che interpretare o stupire si pone l’obiettivo del racconto. "I riconoscimenti nazionali e internazionali e i premi che questo fotografo ha ricevuto sono emblematici del suo lavoro, della qualità e del valore della sua opera – spiega Caterina Dellacasa, assessore alla Promozione della Città e del Territorio di Mirandola – ma è per il suo legame con la nostra città che è stato deciso di dedicargli la cittadinanza onoraria".Nel 1994 Gianni Berengo Gardin è socio fondatore del Gruppo Fotografico Leica, uno dei 18 presenti al mondo che ha sede proprio a Mirandola. "All’interno di questo fotoclub – prosegue l’assessore – Berengo Gardin e gli altri soci lavorano assiduamente per portare una proposta fotografica  di qualità alta a Mirandola. Di particolare valore ricordiamo la mostra fotografica collettiva del 2006, l’antologica di Gardin nel 2008 e, infine, i due appuntamenti espositivi ed una  pubblicazione fotografica sulla città di Mirandola nel 2009 e nel 2010, che hanno visti impegnati tutti i soci del club di Mirandola".In questi anni il grande artista ha contribuito magistralmente a registrare volti ed avvenimenti di Mirandola, a narrarne la storia cogliendo e comunicando emozioni e documentando qualsiasi dettaglio con rapidità e precisione. Egli si è mosso nella città, tra le persone, le famiglie, le attività commerciali, le aziende, le piazze, i monumenti, i vicoli e le strade del comune e del suo territorio. Ha colto espressioni, azioni e gesti dei lavoratori e in generale di tutti i cittadini. Un lavoro costante che ha prodotto centinaia di scatti, ciascuno in grado di sorprendere, divertire o anche solamente far riflettere sulla quotidianità.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet