Giallo al Roxy Bar: il De Pisis non è stato rubato


BOLOGNA, 4 FEB. 2009 – Si tinge di giallo il furto al Roxy Bar di Bologna, il locale celebrato da Vasco Rossi in ‘Vita spericolata’, preso di mira una settimana fa dai ladri. Uno dei ‘pezzi forti’ del bottino, il quadro di Filippo De Pisis ‘Ragazzo sulla spiaggia’ stimato sui 30.000 euro, è stato ritrovato dai carabinieri nell’appartamento di uno dei tre soci del bar, che è proprietario dell’opera. La notizia è stata anticipata da alcuni quotidiani. Il quadro non era era mai stato rubato: a quanto si è appreso, era finito per errore nella lista della merce trafugata dai magazzini del Roxy, perché lo stesso proprietario aveva inizialmente dimenticato di averlo riportato a casa. Gli investigatori dell’Arma stanno cercando di fare chiarezza anche sull’effettivo ammontare del denaro contante portato via dai ladri. Nella prima denuncia si parlava di oltre 35.000 euro, cifra che fin dall’inizio era sembrata eccessiva alla figlia di uno dei soci, Claudia Cattabriga, che aveva ipotizzato un bottino decisamente più esiguo. Al vaglio ci sarebbero inoltre altri aspetti: l’eventuale esistenza di una polizza assicurativa e le trattative per la cessione del bar, che da mesi sarebbe in vendita. Gli inquirenti stanno cercando anche di chiarire il ruolo di quello che per ora è l’unico indagato: un giovane di 33 anni che lavorava come barista con un contratto a termine, appena scaduto. In attesa degli esiti delle perizie del Ris su un paio di scarpe che gli sono state sequestrate, i militari stanno verificando la sussistenza dell’alibi che ha fornito per la notte in cui è avvenuto il furto. Il Pm titolare del fascicolo, Rossella Poggioli, ha chiesto il massimo riserbo sulle indagini.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet