Gas Rivara, i carotaggi possono iniziare


© Trc TelemodenaMODENA, 22 FEB. 2012 – Tra Erg Rivara Storage e Regione Emilia Romagna è ancora muro contro muro, nonostante proprio oggi la società anglo italiana abbia ottenuto dal Ministero dell’ambiente l’agognato decreto di compatibilità ambientale che dà il via libera alle attività di ricerca nel sottosuolo richieste. Un parere solo potenzialmente positivo. Perché le trivelle, è proprio il caso di dirlo, dovranno vedersela con il divieto espresso dalla Regione. “Da qui non si passa” è l’estrema sintesi del Muzzarelli-pensiero. “Il nostro parere è e resterà negativo anche relativamente alla sola fase di accertamento preliminare” ha ribadito oggi l’assessore regionale alle attività produttive. E così, pur con in mano un decreto che autorizza quegli accertamenti ritenuti indispensabili per poter sancire la piena fattibilità dell’impianto di stoccaggio del gas, Ers si ritrova impossibilitata ad effettuare ogni tipo di rilievo. Ma la multinazionale non sembra curarsene. “I pareri negativi espressi – scrive oggi nell’annunciare il decreto favorevole – sono stati tutti ritenuti non ostativi”. E continua così spiegando la fase di ricerca scientifica che “prevede la realizzazione di indagini sismiche tridimensionali, monitoraggi satellitari e la perforazione di 3 pozzi esplorativi.Cosa succederà lo scopriremo a settembre quando, come indicato dallo stesso Ministero, le trivelle potrebbero già entrare in azione. Intanto, tra favorevoli e contrari, tra autorizzazioni e divieti, tra qualche mese saranno dieci anni. L’istanza di concessione al ministero dello Sviluppo economico per lo stoccaggio gas di Rivara, progetto da 340 milioni nella campagna della bassa modenese, fu presentata nel luglio 2002.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet