Gas, corteo a Rivara nel giorno del sopralluogo


©Trc-TelemodenaRIVARA (MO), 12 FEB. 2010 – Rivara ha ospitato questa mattina il sopralluogo dei tecnici della Commissione Nazionale di Valutazione di Impatto Ambientale. Spetterà a loro dare l’unico parere vincolante per stabilire se il deposito di gas si farà oppure no. “Terremo conto del no della Regione – ci hanno detto – ma la decisione finale spetterà poi al Ministero”. Un no urlato a gran voce, quasi liberatorio. Si è concluso così, verso le 11,30, il sopralluogo dei tre tecnici della Commissione Nazionale di Valutazione di Impatto Ambientale sul sito della Lumachina a Rivara, individuato da Ers per realizzarvi quel deposito di gas, contro cui cittadini, comitati ed enti locali si stanno battendo da ormai 4 anni. Un lungo tragitto a piedi, per raggiungere la zona, in aperta campagna ma comunque non lontana dalle abitazioni dei rivaresi. In testa al corteo 100 trattori, che hanno fatto da apripista al serpentone composto da quasi 500 persone, tanti giovani, i sindaci dell’Area Nord con la fascia tricolore supportati da qualche collega del vicino ferrarese, l’assessore all’ambiente della Provincia di Modena, rappresentanti dei comitati no gas, di associazioni (agricoltori in primis) ed esponenti politici: tutti insieme per ribadire che il no non è strumentale ma solo dovuto ad evidenze scientifiche di pericolosità del sito. Molti i cartelli e gli striscioni, tante anche le bandiere di partito. Non ha voluto rilasciare dichiarazioni il project manager di Ers Chicco Tagliaferri, in visita al sito insieme al direttore tecnico Roberto Bencini. “Io non faccio politica” ci ha detto a microfoni spenti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet