Gambro Dasco, in quattrocento col fiato sospeso


MODENA, 4 FEB. 2011 – Sabato 5 febbraio sarà la Federazione della Sinistra a dare nuovamente la parola a lavoratori e sindacalisti della Gambro che, ad una settimana esatta dal corteo lungo la piazza di Mirandola, torneranno a sfilare nella città dei Pico. Intanto proprio oggi la Cgil definisce “inaccettabile” la distinzione dell’azienda fra gli esuberi dichiarati, ovvero tra dipendenti fissi e precari. “Non vorremmo pensare – si legge in una nota – che questo sia un tentativo di dividere i lavoratori affinché le ragioni economiche prevalgano sulla dignità degli stessi”.Della Gambro e della sua intenzione di licenziare 400 persone si è parlato qualche giorno fa in un tavolo regionale, mentre un nuovo incontro sindacale è già in programma il 10 febbraio a Roma. Subito dopo la Regione tornerà a convocare le parti, ma nel frattempo sono stati mobilitati i ministeri di competenza, per giungere ad un’azione corale delle istituzioni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet