Funerali in fiera a Bologna


BOLOGNA, 25 MAR. 2010 – Preparatevi a toccare ferro se volete seguire la fiera in programma a Bologna dal 26 al 28 marzo. Si chiama Tanexpo, dal greco thánatos, che vuol dire morte, ed è l’esposizione di quanto più rinomato e sofisticato esista in materia di arte funeraria e cimiteriale. In mostra ci sono bare, urne, auto funebri, accessori, marmi, graniti, sculture, fotoceramiche e tutti i macchinari richiesti da chi svolge attività di onoranze funebri. Un settore che non è in crisi, specie per il suo mercato di nicchia rivolto a coloro che nel lusso vogliono starci non solo in vita ma anche nell’aldilà. Persone che per l’ultimo viaggio esigono confort e stile a Tanexpo possono trovare cofani mortuari, comunemente chiamati bare, costruiti nel mogano più pregiato, intagliato a mano e imbottito all’interno da purissimo cachemire. Pezzi unici il cui prezzo si aggira intorno ai dieci mila euro. Tant’è che è possibile aggiungere, come optional, un antifurto satellitare, qualora sorgesse il timore della trafugazione da parte di qualche ricettatore di legname di valore.Per chi vuole risparmiare ci sono, invece, le bare di produzione rumena. L’esposizione, infatti, è internazionale e conta presenze da quasi 50 paesi diversi. Duecento il numero degli espositori, distribuiti su 23 mila metri quadrati di fiera. Gli organizzatori si attendono la visita di 16 mila tra addetti e interessati al settore e semplici curiosi.Nel corso della fiera, si legge in un comunicato stampa, è possibile seguire workshop, dimostrazioni pratiche di composizione floreale a cura di esperti ‘visual designers’, oppure corsi di formazione, come quello offerto dal "Centro studi Oltre". Un nome, una certezza.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet