Full immersion turca per quattro aziende modenesi


MODENA, 2 MAG. 2012 – La Turchia, con i suoi 75 milioni di abitanti, rappresenta un mercato strategico per le imprese italiane. È stato infatti uno dei Paesi con il tasso di crescita più alto nel 2011 (+7,5 per cento). Il mercato turco è considerato dalle nostre imprese importante non solo per il commercio bilaterale, ma anche come destinazione di investimenti. L’Italia si colloca al settimo posto nella graduatoria dei principali Paesi investitori ed è presente in Turchia con circa 900 imprese.Dal 2008 al 2011, sebbene in piena crisi economica, le esportazioni emiliano-romagnole verso la Turchia sono aumentate del 51 per cento superando per la prima volta, alla fine dello scorso anno, la soglia del miliardo di euro. Per Modena la Turchia rappresenta il 15° Paese per l’importanza delle quote export (e un valore di oltre 170 milioni di euro). Per sfruttare appieno le opportunità di questo grande mercato, corridoio naturale verso il Medio Oriente, Confindustria, Ice, Unioncamere e Abi, in collaborazione con il ministero dello Sviluppo Economico e il ministero degli Esteri, organizzano una missione economica a Istanbul dal 1° al 4 maggio.La missione di sistema, che coinvolge anche le modenesi Duna Corradini, Elettromeccanica Tironi, Tck e Union, si propone di rafforzare le relazioni economiche con la Turchia e di approfondire le opportunità di collaborazione industriale e di investimento offerte alle imprese italiane.[Continua a leggere su Emmeweb]

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet