Frodi creditizie, in Emilia Romagna oltre 1400 casi


Crescono le frodi creditizie, anche in Emilia Romagna. Secondo l’osservatorio Crif sui furti di identità e le frodi creditizie, infatti, nella nostra Regione sono stati più di 1400 i casi nel 2013. Tra le province più colpite Modena, con 264 casi.

 

Secondo l’analisi degli oltre 26.000 casi rilevati sull’intero territorio nazionale, 1.452 si sono verificati in Emilia-Romagna, che si è posizionata al 7° posto di questa poco invidiabile classifica, in crescita di una posizione rispetto al ranking 2012. Nello specifico, Bologna ha ottenuto il primato della regione, con 296 frodi creditizie, seguita da Modena, con 264 casi, Reggio Emilia (175) e Parma (147).

 

Le province di Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna contano invece circa 120 casi ciascuna, seguite a breve distanza da Ferrara, con 113 casi. Quest’ultima provincia, però, è quella che in regione ha fatto segnare l’incremento più eclatante, con un +70,7% rispetto alla precedente rilevazione. All’estremo opposto della classifica si colloca Piacenza che, con 99 casi, è risultata la provincia dell’Emilia-Romagna meno colpita.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet