Franceschini e Di Pietro giovedì a Bologna


BOLOGNA, 1 GIU. 2009 – Il centrosinistra bolognese (Pd e Italia dei valori) schiera i suoi “lìder maximi” giovedì, in contemporanea (e in competizione come è stata tutta questa campagna elettorale tra gli ex-alleati del centrosinistra).Antonio Di Pietro tornerà giovedì pomeriggio a Bologna per chiudere la campagna elettorale dell’Italia dei Valori. La terza visita dell’ex magistrato in città nell’ultimo mese coinciderà con quella del segretario del Pd Dario Franceschini che sarà sul palco di piazza Maggiore insieme ai candidati alle amministrative e alle Europee. Di Pietro alle 18.30 presenterà alle ‘Scuderie’ di piazza Verdi la propria biografia ‘Il guastafeste’, mentre il giorno prima, nello stesso scenario, l’Italia dei Valori radunerà dodici esponenti della cultura cittadina per discutere del tema insieme ai parlamentari Silvana Mura e Massimo Donadi."C’è un attacco molto forte del Governo nei confronti della cultura", ha ricordato Marcello Corvino, candidato in comune che ha anche chiesto la cancellazione, da parte della prossima amministrazione, dei tagli del 40% al budget comunale previsti per il 2009 proprio sul versante culturale. Alla serata di mercoledì participeranno, tra gli altri, Paolo Cacchioli, Stefano Casi e Mariangela Pitturru, direttori dell’Arena del Sole, dei Teatri di Vita e del Teatro delle Celebrazioni. Con loro anche Giordano Sangiorgi, presidente di AudioCoop e organizzatore del Meeting delle etichette indipendenti di Faenza che, ha auspicato Corvino, "dobbiamo cercare di portare a Bologna".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet