Fotovoltaico, Emilia-Romagna turbina d’Italia


22 AGO. 2011 – Con una crescita del 230% in soli sei mesi, l’Emilia-Romagna si conferma anche nel primo semestre 2011 come una delle locomotive del fotovoltaico italiano. La regione Emilia Romagna risulta terza in Italia per potenza installata con 738,3 megawatt: guadagna una posizione rispetto a dicembre 2010 scavalcando il Veneto (688,7 MW), e preceduta solo da Puglia (1.154,4 MW) e Lombardia (805,2 MW). Al 30 giugno 2011 l’Emilia-Romagna è terza anche per numero di impianti: con 21.530 installazioni conferma la posizione di fine 2010, dietro Lombardia (33.910 impianti) e Veneto (31.373).I dati elaborati sono quelli ufficiali del Gse, il Gestore dei servizi energetici. Il fotovoltaico installato sinora in regione (738 megawatt) ha la stessa potenza del reattore nucleare che era attivo a Caorso (Pc). Impressionante l’accelerazione emiliano-romagnola: nel 2009 la potenza installata in regione era di 65 megawatt, passati a 223 MW a fine 2010, con un incremento in un anno del 246%. Ebbene, nel primo semestre 2011 la potenza installata è giunta a 738 MW, con un balzo, in soli sei mesi, del 230%. Se questo trend fosse confermato per tutto il 2011, significherebbe che quest’anno l’incremento del fotovoltaico in Emilia-Romagna supererebbe abbondantemente il 400 per cento.Altro dato significativo: in Emilia-Romagna è installato il 10,4% della potenza fotovoltaica italiana. In Italia, al 30 giugno 2011, sono 229.906 gli impianti fotovoltaici attivi, per una potenza di 7.075 megawatt. Un dato che dice che il nostro Paese sta producendo con il sole circa il doppio della potenza di tutti e quattro i reattori della centrale nucleare di Fukushima.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet