Formula 1: la rivoluzione è rinviata ma qualche novità c’è


ROMA, 22 MAR. 2009 – Dalle gomme ai test passando per l’aerodinamica, in nome del risparmio e dello spettacolo. Ecco le principali novità del Mondiale di Formula 1 (in gran parte decise lo scorso mese di dicembre) che prenderà il via a Melbourne in Australia il prossimo 29 marzo con l’obiettivo di mettersi alle spalle la crisi economica globale e la noia delle gare sempre più a secco di sorpassi.- Aerodinamica: abolite, al di fuori naturalmente degli alettoni, tutte le appendici aerodinamiche sul corpo vettura. Le monoposto non dovrebbero più trovarsi in difficoltà con la trazione quando si avvicinano da un’altra vettura ed i sorpassi dovrebbero essere più agevoli. Per compensare il carico aerodinamico perso le vetture avranno un aspetto inconsueto con l’alettone anteriore molto più largo e quello posteriore più alto e stretto.- Gomme: dal 2009 si ritorna alle slick (pneumatici lisci) abolite nel 1997 perché in curva si raggiungevano velocità troppo alte. Il tutto in nome dei sorpassi e dello spettacolo. Per rendere più chiare le informazioni sono state ribattezzate le gomme da bagnato: quelle da pioggia leggera si chiameranno ‘intermedie’, quelle da acquazzone ‘da bagnato’.- Motori: i propulsori dovranno durare tre Gran Premi consecutivi (l’anno scorso dovevano durare per due GP) e i piloti non potranno usare più di otto unità a stagione. Quattro motori saranno disponibili per le prove, in tutto sono 20 i motori disponibili per scuderia. I propulsori non potranno superare i 18.000 giri al minuto per aumentare la loro ‘vita’. Queste misure dovrebbero permettere alle scuderie di risparmiare il 50% riguardo al loro budget sui motori della scorsa stagione.- Test: non potranno più essere fatti durante la stagione, in corso ad eccezione dei week-end di gara quando saranno consentiti durante le prove. Resteranno invece i consueti test invernali per lo sviluppo delle vetture prima dell’inizio della stagione.- Kers (acronimo di Kinetic Energy Recovery System): sistema di recupero dell’energia cinetica derivante dai freni delle vetture, si è deciso di lasciarlo nel regolamento tecnico per il 2009, ma non sarà più obbligatoria la sua adozione da parte dei team. Questo sistema potrà garantire uno surplus di potenza per alcuni secondi, utile soprattutto in fase di sorpasso. Non tutte le scuderie, visti i tempi e gli alti costi di sviluppo, monteranno il Kers già a partire dal via della stagione a Melbourne il 29 marzo.- Spazio ai giovani: concessi tre giorni di test da effettuare tra l’ultimo Gp della stagione e la fine dell’anno per mettere sotto esame i giovani piloti che non abbiano corso più di due Gran Premi o disputato 4 test negli ultimi due anni.- Novità per il 2010: dalla prossima stagione non si potrà più rifornire il carburante ai box durante i Gran Premi, né utilizzare le coperture per riscaldare le gomme, mentre sarà introdotto un sistema standard per le comunicazioni radio e per la telemetria. Sarà inoltre sottoposto ad una ricerca di mercato la possibile riduzione della lunghezza e della durate delle gare.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet