Forlì si prepara al ballottaggio


in collaborazione con TeleromagnaFORLÌ, 19 GIU. 2009 – Roberto Balzani, 47 anni, docente universitario, sposato con due figli. Alessandro Rondoni, 48 anni, giornalista, sposato. Sono i due candidati, sostenuti rispettivamente dalle coalizioni di centro sinistra e centro destra, che si contenderanno al ballottaggio la poltrona di sindaco di Forlì. Al primo turno Balzani ha ottenuto il 49,40% dei consensi, mentre Rondoni è arrivato a quota 40,34%. Si tratta di due candidati dal record facile: Balzani è riuscito nelle primarie del PD forlivese ad imporsi a sorpresa sul sindaco uscente Nadia Masini che intendeva ricandidarsi. Rondoni ha portato al ballottaggio il candidato sindaco del centro sinistra (evento mai accaduto) e per la prima volta un candidato del centro destra ha raccolto più del 40% dei consensi. Decisive ai fini dell’esito del ballottaggio, oltre alla percentuale dei votanti, appaiono le scelte dei cittadini che al primo turno hanno votato per la lista civica “Destinazione Forlì” che ha raccolto il 4,39% dei voti. A loro i vertici della lista civica hanno lasciato libertà di espressione. Dal ballottaggio uscirà il decimo sindaco di Forlì, seguendo le orme di Franco Agosto (PCI 1944-1951), Franco Simoncini (PRI 1951-1952), Mario Colletto (PRI 1952-1956), Icillio Missiroli (PRI 1956-1965), commissario di Governo dal 1965 al 1970, Angelo Satanassi (PCI 1970-1979), Giorgio Zanniboni (PCI 1979-1990), Sauro Sedioli (PDS 1990-1995), Franco Rusticali (DS 1995-2004) e Nadia Masini (DS-PD 2004-2009).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet