Forlì: ridotta la pena per il sacerdote accusato di pedofilia


BOLOGNA, 19 FEB. 2009 – Non è arrivata l’assoluzione, come sperava il sacerdote accusato di pedofilia, che però uno sconto lo ha ottenuto. In serata la Corte d’Appello di Bologna ha ribadito la condanna per don Giuseppe Giacomoni ma non più otto anni come aveva sancito in primo grado (con il rito abbreviato) il tribunale di Forlì il 9 ottobre del 2007, ma sei anni e otto mesi.Questo ha deciso il secondo grado per il religioso, 83 anni, fondatore della casa alloggio per immigrati ‘Arcobaleno’ di Gatteo Mare (Forlì-Cesena). L’anziano sacerdote era stato arrestato dalla polizia nell’ottobre del 2006. Ad accusarlo le parole di un minorenne bulgaro e di un albanese di 20 anni. Don Giacomoni, che ha problemi di salute, si trova da molto tempo in una struttura religiosa a Forlì dove continuerà a restare. La ‘debolezza umana’: il tasto premuto più volte in aula dal suo avvocato, Menotto Zauli di Forlì.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet