Forlì, nuovo polo industriale da 60 milioni


Un nuovo investimento per un polo chimico industriale da circa 60 milioni e 200 posti di lavoro. Lo prevede la modifica dell’accordo di programma per lo sviluppo del corridoio intermodale Forlì-Forlimpopoli e delle aree industriali connesse su cui ieri si sono incontrati negli uffici dell’assessore alle Attività produttive della Regione Emilia-Romagna Palma Costi, rappresentanti del Comune di Forlì, dell’azienda Ferretti e di Cgil, Cisl e Uil per illustrarne i contenuti. Ne dà notizia un comunicato dei sindacati. Tra i 200 lavoratori coinvolti ci sarà una parte di quelli fuoriusciti a seguito della liquidazione dell’azienda Querzoli. A realizzare il progetto Italo Carfagnini, già proprietario della Softer, azienda chimica forlivese venduta alcuni anni fa al gruppo americano ‘Celanese’. Per rendere possibile l’insediamento industriale, Carfagnini intende acquistare le due aree Ferretti-Querzoli, già urbanizzate, ma in gran parte inutilizzate da diversi anni a causa dei problemi che hanno frenato le due aziende. Occorre però una modifica dell’accordo di programma siglato nel 2005 che permetta la cessione dei terreni a terzi e comprenda le attività chimiche. “Il gruppo Ferretti – precisa il comunicato dei sindacati – nel ricordare gli investimenti già effettuati e quelli previsti nel periodo 2015-2019, ha riconfermato e sottoscritto la strategicità ed il mantenimento della propria sede e dello stabilimento produttivo attualmente in essere sul territorio forlivese impegnandosi nella continuità di investimenti utili al consolidamento e miglioramento del sito forlivese con l’obiettivo del mantenimento dei livelli occupazionali”. “La conferma degli impegni assunti dal Gruppo Ferretti sul nostro territorio, così come emerso dall’incontro che si è tenuto ieri in Regione, rappresenta un risultato particolarmente significativo e strategico in termini di sviluppo produttivo e di ricadute occupazionali, raggiunto grazie alla collaborazione tra Azienda, Istituzioni e Parti Sindacali, per il quale esprimiamo la nostra piena soddisfazione”, hanno detto il sindaco di Forlì Davide Drei e il vicesindaco Lubiano Montaguti, dopo la riunione di ieri. “L’intesa raggiunta ieri è la dimostrazione di come, grazie alla sinergia e all’impegno congiunto tra Istituzioni, Organizzazioni Sindacali e Aziende si può ben operare per la crescita e nell’interesse del territorio”, hanno aggiunto.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet