Forlì, “buco” da 4 milioni per colpa della finanziaria di Tremonti


in collaborazione con Teleromagna28 GEN. 2009 – Impresa non facile per l’amministrazione comunale di Forlì chiudere il bilancio di previsione 2009. Mancano infatti oltre 4 milioni di euro a causa, spiegano dal municipio, dei mancati trasferimenti dallo stato. Deve ancora arrivare, viene precisato, un milione e mezzo di euro dalla sola voce delle compensazioni per il taglio dell’Ici. Una situazione che, vista l’indeterminatezza sui tempi di messa a disposizione dei trasferimenti, secondo l’assessore al bilancio, Lodovico Buffadini, impedisce qualsiasi programmazione anche annuale. Il Comune di Forlì, tuttavia, pur essendo costretto a tirare la cinghia sul versante degl’investimenti, intende continuare a finanziare adeguatamente welfare e istruzione. Il primo rimarrà a livelli stabili di spesa, mentre la scuola avrà un incremento di costi di circa 500 mila euro per l’aumento di 170 posti negli asili nido. Questo comporterà sacrifici in altre voci, come la cultura e lo Sport. Per far quadrare il bilancio il comune di Forlì nel 2009 utilizzerà il 50% degli oneri di urbanizzazione per la spesa corrente. Soldi che nel 2007 erano interamente destinati a finanziare gli investimenti. Tirando le somme il bilancio 2009 del comune di Forlì dovrebbe aggirarsi attorno ai 217 milioni. Quasi 34 arriveranno dai tributi, altri 75 circa saranno forniti dalla vendita di beni comunali. La spesa corrente assorbirà oltre 94 milioni, 87 milioni per spese in conto capitale, 12 per la restituzione di capitale da mutui. Il Comune di Forlì prevede di spendere 33,6 milioni per il personale, 38,7 milioni per la prestazione dei servizi e 7,4 milioni di interessi passivi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet