Forlì, “Andate e preservatevi vivi”


FORLI’, 26 MAR. 2009 – Una distribuzione gratuita di preservativi ai giovani domani e sabato, fuori dalle scuole e in un gazebo di piazza Saffi. Così i Giovani Democratici di Forlì intendono manifestare la loro critica alla recenti dichiarazioni del Papa. "Le dichiarazioni del Papa sono pericolose ed anacronistiche – sostengono in un comunicato – Benedetto XVI offende i due milioni di persone che ogni anno muoiono di aids e i 33 milioni di persone che al mondo sono infettate da questa terribile malattia". I candidati sindaci dicano da che parte stanno – "In Italia – dicono i Giovani Democratici – buona parte dei cittadini si sono mostrati indignati nei confronti delle parole del Papa, ma tuttavia preoccupa chi difende queste posizioni. Ci piacerebbe sapere anche dai candidati a Sindaco nella nostra città, quali sono le posizioni degli schieramenti su questo dibattito, specie da Alessandro Rondoni, che nella sua coalizione racchiude una larga maggioranza di persone vicine agli ambienti clericali".La prevenzione è l’unica arma – "Noi – proseguono – siamo coscienti che l’AIDS sia una piaga sempre più diffusa nel mondo, e purtroppo sappiamo benissimo che una cura definitiva non c’è. Una piaga che oltre a flagellare le popolazioni meno sviluppate del nostro pianeta, colpisce anche il nostro paese (in Emilia – Romagna ci sono circa 200 casi di contagio). Ci resta un’unica arma di difesa: la prevenzione, che oggi si può fare solo l’insegnamento e l’educazione all’uso corretto del preservativo". Preservati vivo – "Per difendere il diritto di milioni di persone ad amarsi senza rischiare la morte – conclude il comunicato – e per sensibilizzare anche i giovani forlivesi su questo tema, i Giovani Democratici di Forlì organizzano una campagna di sensibilizzazione all’uso del profilattico riprendendo lo slogan già usato da enti ed associazioni "Preservati Vivo".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet