Fondo anti-crisi a Forlì? L’ok del Comune


FORLI’, 19 LUG. 2013 – Un fondo anti-crisi? Saremo lieti di ospitare la prima riunione qui in Comune. A parlare è il comune di Forlì, che accoglie favorevolmente la proposta di Cgil, Cisl e Uil di istituire un fondo contro la crisi. “La positiva proposta avanzata dai sindacati per un fondo contro la crisi- dice il sindaco Roberto Balzani- costituisce un”utile occasione sia per valutare l”efficacia di quanto le varie istituzioni e gli enti territoriali già fanno a sollievo delle imprese, sia per meglio coordinare gli sforzi futuri, progettandoli e concertandoli su una scala territoriale integrata. Siamo senz’altro disponibili al confronto e, per quel che riguarda Forlì, previo contatto con i promotori, saremmo onorati di poter organizzare una prima riunione per discuterne”. La proposta vede tutte e tre le organizzazione sindacali, come raramente accade, unite per un obiettivo comune. E si basa su dati allarmanti. Nel solo settore metalmeccanico, nel territorio forlivese, sono 175 le aziende in crisi, mentre sono 150 quelle del settore edile. Senza dimenticare i dati relativi alla cassa integrazione, che nel 2013 parlano di 3 milioni e 348mila ore, per un aumento di 386mila ore rispetto all’anno precedente. Solo la cassa straordinaria tocca quota 1,8 milioni di ore, per 9mila operai interessati.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet