Werther International ha quotato all’ExtraMot Proun minibond short term da 100 mila euro


reggio emilia 16 gennaio La reggiana Werther International spa, uno tra i principali player italiani nel segmento aftermarket del settore automotive, attivo nella produzione e commercializzazione di attrezzature per garage, per gommisti e carrozzerie, acquisita da un anno dalla tedesca Stargate Capital (tramite il veicolo Leviticus Industrie), ha quotato all’ExtraMot Proun minibond short term da 100 mila euro a scadenza ottobre 2019 e cedola 4,2%.
Si tratta della terza emissione, dopo il minibond da 3 milioni a scadenza settembre 2023 e cedola 5,375% quotato nel marzo 2018 e quello da 8 milioni di euro a scadenza aprile 2023 sempre con cedola 5,375% quotato nell’aprile 2017.
Guidata dall’amministratore delegato Luca Gazzotti, la società ha chiuso il 2017 con 69,9 milioni di euro di ricavi, 6,1 milioni di ebitda e un debito finanziario netto di 36,6 milioni. Lo scorso luglio Star Capital, tramite Werther International, ha comprato da Bosch le controllate Beissbarth GmbH (sede a Monaco di Baviera) e Sicam (sede a Correggio, in provincia di Reggio Emilia) con tutti i loro 330 dipendenti (si veda altro articolo di BeBeez). Beissbarth fornisce i suoi strumenti di precisione a case automobilistiche e officine in tutto il mondo, mentre Sicam è uno dei maggiori costruttori di attrezzature per gommisti e officine. Il portafoglio prodotti delle due consociate include smontagomme, equilibratrici, banchi prova freni e linee di revisione, oltre agli assetti ruote.

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet