NUOVO VERTICE OPERATIVO PER CRIF


BOLOGNA 17 GENNAIO 2018 -Crif, societa’ specializzata in sistemi di informazioni creditizie e commerciali e soluzioni per la gestione del credito, ha nominato Eugenio Bonomi nuovo amministratore delegato dell’azienda. Il nuovo a.d., informa una nota, vanta 30 anni di esperienza in Accenture, dove ha ricoperto incarichi di crescente responsabilita’ fino a diventare Senior Managing Director e a far parte del Global Leadership Council. Nella prima parte della sua carriera Bonomi si e’ occupato dello sviluppo di progetti primariamente nei settori bancario e assicurativo in Italia mentre successivamente e’ stato chiamato a mettere la sua esperienza al servizio dello sviluppo dei mercati internazionali, recentemente in regioni quali Middle East, Africa, Russia e Turchia. Laureato in ingegneria presso l’Universita’ La Sapienza di Roma, 57 anni, Bonomi avra’ la responsabilita’ del business tanto per il mercato domestico quanto per quello globale, sul quale Crif oggi opera attraverso proprie societa’ dirette in piu’ di 30 Paesi di 4 continenti. Obiettivo di questa nomina da parte dell’azienda bolognese guidata dal Presidente Carlo Gherardi e’ continuare nel percorso di crescita profittevole del proprio business, tratto caratterizzante nei suoi 30 anni di storia che l’ha portata a superare il traguardo dei 500 milioni di Euro di ricavi nel 2017. Oltre a consolidare ulteriormente la presenza dell’azienda sul mercato grazie ad un’offerta ampia e all’eccellenza delle proprie soluzioni a valore aggiunto, l’incarico affidato a Bonomi si propone di portare nuovo impulso alla crescita e al posizionamento distintivo di Crif. Non cambiera’ la strategia globale di Crif, che nel tempo ha visto un costante incremento degli investimenti da un lato per posizionare il proprio business sui mercati globali attraverso un piano di acquisizioni e start up, dall’altro nella ricerca e innovazione per fornire servizi sempre piu’ evoluti e performanti nel campo delle business e credit information e nelle soluzioni per la gestione del rischio, anticipando le esigenze del mercato.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet