VALSOIA: SASSOLI DE BIANCHI, LAVORERO’ PER FARNE UNA PUBLIC COMPANY


BOLOGNA 23 NOVEMBRE 2017 “Il mio sogno e’ che Valsoia diventi una public company, non penso di lasciarla in eredita’ a mio figlio. Questo e’ quello su cui lavorero’ nei prossimi anni”. Lo ha affermato Lorenzo Sassoli de Bianchi, presidente di Valsoia, in occasione della presentazione della ricerca “Le medie imprese italiane” realizzata da Mediobanca e Unioncamere. Nel futuro di Valsoia, quindi, ha spiegato Sassoli de Bianchi, c’e’ il mercato per la societa’ da lui fondata nel 1990. In questi anni, ha sottolineato l’imprenditore, “l’azienda e’ cresciuta bene ed e’ solida”, ricordando che il primo bilancio della societa’ nel 1990 vedeva ricavi per 200 milioni di lire, circa 100mila euro, quando il 2016 “si e’ chiuso con ricavi per oltre 114 milioni di euro, un ebitda di 14 milioni, un risultato netto di 8,8 milioni e una posizione finanziaria netta di 18,4 milioni”. Per la crescita, Valsoia sta puntando sulle esportazioni, che quest’anno “stanno crescendo del 21%” e anche se ancora hanno una piccola incidenza sul fatturato totale, comunque hanno una dinamica positica e “dal 2013 al 2017 hanno fatto segnare un +157%”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet