UNIPOL NON COMMENTA IPOTESI DI SALITA AL 10% NEL CAPITALE DI BPER


BOLOGNA 9 MAGGIO 2017  Nessun commento dei vertici di Unipol alle voci su un possibile rafforzamento della compagnia nel capitale di Bper. Negli ultimi giorni alcune indiscrezioni hanno parlato di Unipol in avvicinamento al 10% di Bper contro il 5% comunicato ufficialmente. A margine della Relazione annuale Consob ne’ il presidente Pierluigi Stefanini ne’ l’a.d. Carlo Cimbri hanno voluto commentare i rumor.
La Borsa segue con interesse le mosse di Unipol nel settore finanziario: il titolo di Bper ha archiviato l’ultimo mese con un rialzo del 14%, che ha portato il saldo degli ultimi sei mesi al +33%. Nello stesso periodo Unipol ha segnato un balzo del 63 per cento.

Cosa succede?
Unipol continua a rafforzarsi nell’azionariato della Banca Popolare dell’Emilia Romagna.Il gruppo assicurativo sarebbe già ampiamente sopra il 5,01% dell’ultima comunicazione al mercato. Quota che, già di per sé, posiziona il gruppo bolognese come primo azionista dell’istituto, seguito solo dalla Fondazione di Sardegna al 3,012 per cento. 
L’affondo di Unipol dell’ultimo periodo, secondo quanto riportano fonti finanziarie, avrebbe portato la partecipazione vicina al 10 per cento, soglia oltre la quale è necessaria l’autorizzazione di Banca d’Italia. Il gruppo non commenta le indiscrezioni, ma d’altra parte il numero uno di Unipol, Carlo Cimbri, non aveva fatto mistero dei progetti relativi alla partecipazione in occasione dell’assemblea degli azionisti del 27 aprile scorso: «valuteremo» aveva risposto a margine del consesso a quanti chiedevano fosse possibile la crescita della quota in Bper al 10 per cento. 

OGGI l’amministratore delegato di BPER Alessandro Vandelli ufficializzerà con una conference call nel pomeriggio i dati per primo trimestre 2017…. facile prevedere che una delle domande sarà proprio su Unipol BPER e su eventuali trattivi per far entrare Unipol Banca nel gruppo modenese.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet