UNIPOL INVESTE NELLA TECNOLOGIA BLOCKCHAIN


BOLOGNA 15 GENNAIO 2018 La compagnia bolognese UnipolSai ha deciso di usare la tecnologia blockchain.
per eliminare le inefficienze e migliorare il servizio ai clienti, in primis quelli corporate. È l’ultima evoluzione del sistema che governa le criptovalute. Un impiego destinato a modificare sensibilmente, con conseguenti ricadute positive, la profilazione dei sottoscrittori di polizze. Ciò avverrà grazie all’utilizzo di una piattaforma innovativa.
La sperimentazione ha portato, dopo che la collaborazione tra le compagnie è partita il giugno scorso, con il supporto del centro di eccellenza Blockchain Distributed Ledger Technology di Capgemini, a rilasciare «una piattaforma che consente la distribuzione, la condivisione e la sincronizzazione dei dati di rischio in maniera sicura, trasparente ed efficiente».
Di fatto sarà possibile ottenere in tempi rapidi tutte le informazioni necessarie per la «quotazione in tempo reale» di un rischio, a valle della quale potranno poi essere prodotti documenti di polizza coerenti. In particolare le compagnie hanno sottolineato che «la soluzione individuata consentirà di gestire e ottimizzare le tempistiche di negoziazione e quotazione, che potranno ridursi anche del 90%, e di migliorare la qualità delle informazioni trasmesse grazie al modello dati standardizzato, concordato e scambiato tramite blockchain privata». Il prossimo passo sarà portare in produzione il nuovo sistema.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet