UNIPOL GRUPPO: LANCIA BOND NON CONVERTIBILE DA 500MLN, DURATA 10 ANNI


BOLOGNA 23 NOVEMBRE 2017 Unipol Gruppo ha lanciato il collocamento di un prestito obbligazionario non convertibile, non subordinato e non garantito destinato esclusivamente a investitori qualificati di importo pari a 500 milioni di euro e della durata di dieci anni. Il prestito, da emettersi a valere sul programma di emissioni obbligazionarie della societa’ denominato ‘2,000,000,000 Euro Medium Term Notes’, avra’ le seguenti caratteristiche: euro 500 milioni in linea capitale, scadenza nel mese di novembre 2027, prezzo di emissione pari a 99,842%, cedola pari al 3,50%
La data di regolamento del prestito e’ prevista per il 29 novembre 2017, data a decorrere dalla quale e’ atteso che le obbligazioni siano quotate presso il mercato regolamentato della Borsa del Lussemburgo, subordinatamente alla sottoscrizione della relativa documentazione contrattuale e al soddisfacimento delle condizioni sospensive all’emissione. E’ atteso che ai titoli rappresentativi del prestito obbligazionario sia assegnato un rating di ‘Ba2’ e ‘BB+’ da parte di, rispettivamente, Moody’s e Fitch
Il collocamento del prestito obbligazionario e’ curato da J.P. Morgan, Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A. e UniCredit in qualita’ di Joint Lead Managers.
CARIGE: CIMBRI, INTERESSE CHE AUMENTO SI CONCLUDA POSITIVAMENTE
Unipol conferma un possibile interesse a investire nel capitale di Carige convertendo i suoi bond senior nell’aumento di capitale. “E’ interesse comune che l’aumento di Carige si concluda positivamente – dichiara a Radiocor l’a.d. Carlo Cimbri a margine degli Aspenia talks – vediamo come finisce il periodo di opzione e poi faremo le nostre valutazioni” afferma il top manager di Unipol. L’aumento di capitale da 560 milioni prende il via domani. La compagnia detiene bond Carige per un controvalore di circa 50 milioni.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet