Unioncamere Emilia-Romagna e Studio Andrioli –Mayerson &Partners – Come gestire il rischio di credito: istruzioni per l’uso


BOLOGNA 3 APRILE 2017 Il rischio che i crediti commerciali non vengano incassati o lo siano in tempi più lunghi, mina l’equilibrio economico e finanziario dell’azienda.
La concessione di credito commerciale per le imprese è un costo, perché si rinuncia alla disponibilità di una somma di denaro per un periodo di tempo, ed è anche un rischio legato a un eventuale mancato incasso di tutto o parte del credito stesso, o a ritardi nel pagamento.
Tuttavia, è una pratica usuale per le imprese nelle transazioni commerciali, da cui spesso non è possibile prescindere.
Il rischio di credito, cioè il rischio di insolvenza commerciale dei clienti, rappresenta quindi una variabile importante da gestire.
La giornata di studio sul credito commerciale e il suo ruolo nella corretta gestione aziendale organizzata da Unioncamere Emilia-Romagna nell’ambito delle attività della rete Enterprise Europe Network e Studio Andrioli –Mayerson &Partners per venerdì 7 marzo (sede Unioncamere ER, viale Aldo Moro, 62 dalle ore 10 alle 13, partecipazione gratuita), è una occasione da non perdere per chi fa impresa, che potrà valutare non solo l’entità del credito commerciale da concedere, ma anche il profilo di rischio delle controparti e soprattutto prestare attenzione alla scelta delle modalità di pagamento e alla formulazione delle clausole contrattuali utili per prevenire e ridurre il rischio di insoluto, e garantire quindi il buon fine delle transazioni.
“Ciò vale in special modo – spiega la dottoressa Alessandra Andrioli – quando l’impresa si trova ad operare con clienti residenti in Paesi dove il recupero del credito presenta particolari complessità. Nei rapporti commerciali internazionali, la conclusione di affari e la fornitura di beni o servizi sono infatti particolarmente soggette al rischio di mancato pagamento”.
Nell’incontro saranno illustrate le principali regole giuridiche alla base della compravendita internazionale al fine di consentire all’azienda di predisporre gli strumenti contrattuali propedeutici al recupero del credito e, per quanto possibile, prevenire questa fase problematica.
“Gestire il rischio di credito in modo efficace –dice Claudio Pasini, segretario generale di Unioncamere Emilia-Romagna – permette di ottimizzare l’aspetto finanziario riducendo al minimo situazioni di insolvenza e ritardi di pagamento”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet