Unindustria Reggio Emilia L’evento “2019 – un nuovo anno per fare insieme”


reggio emilia 11 dic 2018 Si è tenuto ieri al Centro Internazionale Loris Malaguzzi il tradizionale incontro di fine anno di Unindustria Reggio Emilia, intitolato “2019 – un nuovo anno per fare insieme”.
L’incontro è iniziato con la cerimonia di premiazione della dodicesima edizione del Premio Italiano Meccatronica, organizzato da Unindustria Reggio Emilia in collaborazione con il Club Meccatronica, Il Sole 24Ore-Nòva e il supporto di Community Group.
E’ seguito l’intervento del Presidente di Unindustria Fabio Storchi e lo storytelling “Fare insieme” di Stefano Massini, scrittore, drammaturgo e saggista, firma del quotidiano “La Repubblica” e volto noto in TV per i suoi racconti nella trasmissione “Piazzapulita” su La7.
Successivamente si sono confrontati in una tavola rotonda: Angelo Oreste Andrisano, Rettore Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Gianni Borghi, Presidente Fondazione Manodori, Stefano Landi, Presidente Camera di Commercio Reggio Emilia e Luca Vecchi, Sindaco Reggio Emilia.
Ha condotto i lavori Andrea Cabrini, Direttore Class-CNBC.
“Siamo alla fine del 2018 e apriamo idealmente le porte a un nuovo anno – ha detto Storchi-
dodici mesi, quelli che ci attendono, segnati da due situazioni che destano grande preoccupazione: la frenata dell’economia e le incertezze che l’azione del Governo alimenta. Anche a Reggio Emilia abbiamo percepito i segnali di raffreddamento dell’economia.
Il quadro provinciale riflette la minor dinamicità osservata anche a livello regionale, dove l’aumento del PIL per il 2018 dovrebbe risultare pari all’1,4%, per poi rallentare nel 2019. Andamento che si conferma comunque migliore di quello nazionale. La crescita italiana non dovrebbe andare oltre l’1% nel 2018, per assestarsi allo 0,9% nell’anno nuovo.
Dopo oltre tre anni di crescita senza interruzioni, la produzione manifatturiera ha segnato nell’ultimo trimestre una significativa battuta d’arresto.
La competizione geopolitica, i dazi, i conflitti e il venir meno del traino della locomotiva tedesca, insieme all’incertezza del quadro europeo e nazionale, hanno modificato la prospettiva delle nostre imprese.
Chiudiamo questo 2018 con uno stato d’animo molto diverso da quello che avevamo dodici mesi fa.
Se guardiamo all’andamento del sistema produttivo reggiano rileviamo, infatti, una contrazione della produzione industriale del 3,2%, dopo un percorso di crescita che durava ininterrottamente da sette trimestri consecutivi.
La battuta d’arresto della produzione è confermata dagli altri indicatori: fatturato -0,9%, ordinativi -6,6% sul mercato interno e -7,4% sul fronte estero.
Nel corso di questi primi mesi di presidenza ho incontrato molti imprenditori, i rappresentanti delle Categorie economiche e numerosi esponenti delle Istituzioni locali e nazionali.
Un confronto che ha rafforzato la consapevolezza che in questa fase storica – caratterizzata da una nuova Grande Trasformazione – gli imprenditori e le loro associazioni hanno la responsabilità di concorrere alla promozione di un rinnovamento che non riguarda solo le aziende, ma l’intera società.
In tale prospettiva la ridefinizione della mission di Unindustria Reggio Emilia rappresenta un passaggio obbligato.
Dal settembre scorso, infatti, hanno preso l’avvio quattro Team di lavoro che attraverso l’analisi dell’attualità associativa concorreranno a formulare il Programma della presidenza 2018-2022.
Sono oltre cinquanta le Colleghe e i Colleghi – in gran parte giovani – impegnati ad approfondire, insieme ad alcuni esperti, ciò che siamo chiamati a fare in ambiti come l’innovazione, l’internazionalizzazione, l’istruzione, la formazione e lo sviluppo territoriale.
Con l’inizio dell’anno i risultati di questo impegno corale si tradurrà in un “libro bianco” destinato a diventare la nostra bussola per l’intero quadriennio. Il Rinascimento 4.0 del nostro territorio e del suo capoluogo dipende prima di tutto da noi. A ciascuno di voi l’augurio che il 2019 sia davvero un nuovo anno per fare insieme”.

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet