UNICREDIT: PER FONDAZIONE MANODORI ADESIONE PARZIALE AD AUMENTO, QUOTA SCENDE A 0,18%


REGGIO EMILIA 28 FEBBRAO 2017 La Fondazione Manodori ha aderito in modo parziale all’aumento di capitale di 13 miliardi di euro di UniCredit, di cui e’ azionista, che si e’ concluso in questi giorni. Per aderire all’aumento – si legge in una nota – la Fondazione ha venduto 1.206.000 diritti e ne ha esercitati 786.000, acquistando circa 2.000.000 di azioni che portano il totale della partecipazione della Manodori nell’istituto di credito a 4.000.000 di azioni
Gli amministratori della Fondazione hanno preso atto del piano industriale di UniCredit, considerato coerente con le previsioni relative agli attuali scenari internazionali
Con l’adesione parziale all’aumento di capitale, la Fondazione Manodori rispetta le indicazioni del protocollo siglato tra l’Acri, che associa le fondazioni bancarie italiane, e il ministero dell’Economia e delle Finanze, che prevede che l’investimento delle fondazioni in un solo titolo sia inferiore ad un terzo del patrimonio dell’ente
La partecipazione della Fondazione Manodori in UniCredit e’ pertanto scesa dallo 0,32% allo 0,18%.
E’ attesa una discesa nella consistenza del pacchetto azionario post aumento anche per la Fondazione Carimonte (Modena e Bologna).
COMPLESSIVAMENTE si e’ conclusa in anticipo l’offerta in borsa dei diritti di opzione non esercitati di Unicredit nell’ambito dell’aumento di capitale da 13 mld chiuso la settimana scorsa. Nel corso della prima seduta di Borsa tenutasi oggi, informa una nota, risultano venduti, per un ammontare complessivo di 15.063.861,25 euro tutti i 1.469.645 diritti di opzione non esercitati nel periodo di offerta relativi alla sottoscrizione di 3.821.077 azioni ordinarie di nuova emissione UniCredit. L’esercizio dei diritti inoptati e la sottoscrizione delle nuove azioni dovranno essere effettuati quindi entro il 2 marzo 2017. L’inoptato verra’ messo a disposizione tramite gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli e potranno essere utilizzati per la sottoscrizione delle nuove azioni a 8,09 euro per azione, nel rapporto di 13 nuove azioni ogni 5 diritti inoptati.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet