Total Return: Ferrari campione a Wall Street


MARANELLLO 13 SETTEMBRE 2017 Ennesimo record per la Ferrari. A Wall Street nel confronto dei total return, vale a dire il rendimento complessivo come somma della rivalutazione del capitale e dell’incasso del dividendi divisa per l’investimento originale, nel settore automotive (tra le quotate in Borsa) svetta in testa Ferrari, seguita da Fca.
In buona sostanza Ferrari è candidata, quest’anno, a essere fra le migliori, se non la migliore, per performance fra le società dello S&P 500.
Secondo gli analisti diGoldman Sachs sono tre i driver per la crescita del titolo, su cui ha ribadito una raccomandazione “buy” con target price a 25,9 euro per azione contro i 13,68 euro attuali: la generazione di un free cash flow di 7,5 miliardi di euro nei prossimi 18 mesi; lo spin-off di Magneti Marelli, Comau e eventualmente di Maserati/Alfa Romeo che viene valutato circa 12 miliardi di euro nel complesso; e infine l’interesse di player dell’industria automotive per il core business di Fca. La banca d’affari americana arriva a dire che oggi proprio il core business del gruppo, che genera l’80% dell’Ebit, può essere acquistato «essentially for free», considerato il valore delle attività che potrebbero essere scorporate. Intanto il titolo ha messo a segno un +128% da inizio anno.
C’è stato anche il giudizio meno positivo degli analisti di Morgan Stanley, che hanno sottolineato come le cose siano cambiate. Secondo Morgan Stanley, che ha rivisto al ribasso il giudizio sul titolo, le azioni hanno corso troppo. Inoltre Ferrari dovrà ora affrontare la concorrenza di competitor come McLaren, Aston Martin e Lamborghini.Ma a Maranello lo hanno già dimenticato.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet