SMENTITA BIS DA REGGIO : CREDEM NON TRATTA CON BANCO DESIO (e non ha nessun dossier aperto con altre banche)


REGGIO EMILIA 6 APRILE 2018 Smentita secca e “bis” per Giorgio Ferrari, presidente del Credem che ieri in serata ha diffuso una nota dove afferma:”Credem smentisce categoricamente di avere alcun dossier aperto riguardante operazioni di acquisizione e/o fusione con altri istituti”.
Tutto è nato o meglio ri-nato dai rumors su possibili trattative con la lombarda Banco Desio, banca eccellente che potrebbe, in linea teorica, fare da partner al Credem.
Ecco “la fonte” smentita da Credem
Pare che, dopo aver ricevuto le insistenti avance da parte del Credem, il Banco di Desio avrebbe aperto il dossier, accantonando le riserve a considerare quello che di fatto sarebbe un’acquisizione da parte del gruppo guidato da Nazzareno Gregori (nella foto sotto).

Fonti interne alla banca di Reggio Emilia rivelano ad Affaritaliani.it che le due società, quotate entrambe alla Borsa di Milano, avrebbero fatto partire gli incontri fra i rispettivi management a diversi livelli per studiare la fattibilità dell’operazione e le sinergie che ne scaturirebbero.Ora, invece, pare che le resistenze siano state accantonate e il dialogo e i contatti siano partiti. Le strutture da integrare in un’ottima compatibilità territoriale prevedono circa 690 filiali con 6.140 dipendenti per il gruppo Credem contro le 145 filiali (2.349 bancari) del ben patrimonializzato Banco Desio e della Brianza, rete localizzata principalmente in Lombardia, la regione locomotiva dell’economia italiana.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet