Scuola: a Bologna tutti a scuola di cittadinanza economica con Carisbo e Fondazione per l’educazione Finanziaria e al Risparmio


BOLOGNA 13 MARZO 2017 Da oggi al 17 marzo le scuole secondarie di primo e secondo grado dell’Emilia Romagna potranno partecipare a “€cono-mix, le Giornate dell’Educazione Finanziaria – Economia, denaro, legalità, fiscalità, sostenibilità, imprenditorialità, previdenza”, la manifestazione dedicata all’educazione finanziaria che è il primo esempio concreto di come soggetti pubblici e privati possano lavorare insieme sul fronte della sua diffusione tra gli studenti.
In questo ambito, oggiCarisbo aprirà le porte della sede bolognese di via Farini 22 alle scuole, proponendo un appuntamento sulla diffusione della cultura economica: alle 10 è in programma l’incontro rivolto ai docenti e ai dirigenti scolastici delle scuole primarie e secondarie e dei CPIA “Educazione finanziaria: per comprenderla da cittadino, per insegnarla a scuola”. Questa iniziativa è un’opportunità rivolta ai docenti sia in qualità di cittadini che agiscono nel tessuto sociale e produttivo sia in qualità di formatori con l’obiettivo, da un lato, di favorire la progettazione didattica dell’educazione finanziaria all’interno dei curricoli delle scuole, dall’altro di definire temi e programmi adeguati rispetto ai diversi gradi scolastici e al tipo di specializzazione, nel caso della scuola secondaria di II grado. A tutti i docenti verrà regalato un abbonamento alla piattaforma Redooc.com per un periodo di 12 mesi con la possibilità di registrare gratuitamente le proprie classi per tutto l’anno scolastico.
Le competenze di cittadinanza economica, introdotte nelle scuole con la legge 107/15, sono ormai riconosciute quale componente indispensabile del bagaglio di cittadinanza delle nuove generazioni.
I dati dell’indagine OCSE PISA che nel 2012 ha interessato 19 Paesi e un campione di quasi trentamila quindicenni, dimostrano infatti come l’analfabetismo finanziario nelle scuole italiane (risultate al penultimo posto in classifica, appena prima della Colombia) assuma livelli preoccupanti, con oltre la metà degli studenti che si attestano su un livello di comprensione dei meccanismi economici e finanziari ben al di sotto della media dei paesi monitorati. In Emilia Romagna, i risultati sono migliori rispetto le altre aree del Paese e gli studenti hanno ottenuto un risultato superiore alla media nazionale con 481 punti contro 466. Tuttavia, sul fronte della differenza di genere il gap tra uomini e donne è più accentuato in Emilia Romagna rispetto alla media nazionale: i ragazzi emiliani, infatti, ottengono 12 punti in più rispetto alle ragazze (487 contro 475), mentre nel Paese la differenza è di soli 8 punti (470 contro 462).
Durante le giornate di €cono-mix, i diversi soggetti coinvolti (oltre alla Fondazione per l’educazione Finanziaria e al Risparmio, Agenzia delle Entrate, Anasf, Banca d’Italia, Carisbo, Cariparma – Crédit Agricole, Cassa di Risparmio di Cento, Cassa di Risparmio di Ravenna, INPS, Itinerari Previdenziali, Redooc.com e UNIPOL) daranno vita a un’operazione congiunta di disseminazione della cultura e consapevolezza economica, attraverso molteplici iniziative gratuite dedicate ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie, ciascuno secondo le proprie competenze e specificità.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet