Ralph Lauren Fashion Europe ridimensiona gli organici


BOLOGNA 14 LUGLIO 2016 E’ sciopero alla Ralph Lauren Sourcing di Casalecchio, alle porte di Bologna. La multinazionale statunitense ha comunicato 17 esuberi complessivi anche per il sito di Firenze, sui circa 80 dipendenti di entrambe le sedi. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil protestano contro la “indisponibilità dell’azienda a trattare”.
Poi, è in stato di agitazione la Ralph Lauren Fashion Europe: due sedi, a Casalecchio e Milano dove è in corso una trattativa forse per altri esuberi, una ventina su circa 60 dipendenti. Qui si teme anche una nuova procedura di mobilità dopo una implementazione informatica, spiega Andrea Carra della Filcams-Cgil di Bologna: quest’azienda ha la gestione amministrativa e commerciale, mentre la produzione di moda, eseguita da terzisti, viene gestita dalla Ralph Lauren Sourcing.
I tagli, spiega Carra, “sono stati motivati con una sofferenza di mercato della multinazionale statunitense, con calo delle azioni, delle vendite e in particolare nella linea del lusso”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet