Qualità e Sicurezza 4.0: ecco la rotta secondo Blulink / meeting il 18 maggio a Reggio Emilia


reggio emilia 20 aprile Parte da Reggio Emilia la nuova sfida per coniugare Qualità e Sicurezza nei processi industriali con le linee strategiche che portano verso Industry 4.0 e verso la “fabbrica digitale”.
“Siamo ogni giorno al fianco delle aziende di tutte le dimensioni e di tutti i settori per aiutarle a trovare la rotta giusta che porta al miglioramento della competitività valorizzando le opportunità offerte dalla quarta rivoluzione industriale –spiega Bernhard Konzet, amministratore delegato di Blulink, l’azienda reggiana che ormai da molti anni è impegnata sulle frontiere più avanzate del controllo qualità e della sicurezza in ambiente industriale – e le metteremo in campo il 18 maggio nel #BlulinkDay. Il focus sulla fabbrica digitale, ma spiegata da chi l’ha già realizzata concretamente”.
Tracciare “La rotta verso qualità e sicurezza 4.0”. E’ questo l’obiettivo del BlulinkDay 2017.
“Non ci proponiamo di analizzare il mondo Industry 4.0 nella sua complessità e in ogni aspetto con il BlulinkDay 2017 proponiamo una riflessione a più voci focalizzata su Quality e Safety in ottica 4.0, con il contributo di tanti protagonisti di questo cambiamento che segnerà un’era nella vita delle aziende e nel modo di lavorare, per definire la giusta rotta e aiutare concretamente le imprese fino all’approdo nella dimensione 4.0”.
Dopo il debutto nel 2016 anche il secondo appuntamento con il BlulinkDay raccoglie il testimone, dopo 17 edizioni, dall’Open House che ha portato a Reggio Emilia migliaia di manager e imprenditori dall’Italia e da tutto il mondo per toccare con mano le soluzioni informatiche che Blulink sviluppa da oltre 25 anni e conferma la “rotta” verso Industry 4.0.
Il panel definitivo dei relatori sarà ufficializzato nelle prossime settimane ma certamente porteranno contributi all’edizione 2017 del BlulinkDay il presidente nazionale di Federmeccanica Fabio Storchi, gli esperti di Fraunhofer Italia che stanno sviluppando, in particolare per le PMI italiane, le applicazioni più avanzate in tema di Industry 4.0 e ci saranno i “casi aziendali”, le applicazioni concrete della digital trasformation che entra da protagonista nella vita delle imprese di tutte le dimensioni, di tutti i settori e in ogni Paese.
Le iscrizioni al BlulinkDay sono già aperte e c’è molta attesa per il contributo che arriverà dall’istituto Fraunhofer in qualità di rappresentante in Italia della più grande organizzazione di ricerca applicata in Europa, la Fraunhofer-Gesellschaft. Anche Fraunhofer Italia, come le sue consociate in Germania, è un’organizzazione di ricerca no-profit, senza scopo di lucro e come tale collabora con l’industria per promuovere una ricerca che generi vantaggi per l’intera società.
Sono previsti interventi del direttore del centro di formazione IFOA di Reggio Emilia Umberto Lonardoni che ha avviato una profonda riflessione sui profili professionali che saranno richiesti nella fabbrica 4.0 e saranno analizzati i risultati di tre progetti sviluppati da Blulink in tre grandi aziende: la Tiberina di Roma (vincitrice del Premio EY Imprenditore dell’anno 2016), la Bonfiglioli di Bologna che si posiziona al top mondiale nella trasmissione di potenza e la Bitron che è specializzata nella componentistica meccatronica in ambito automotive, elettronico, medico ed energetico.
Saranno analizzate anche le opportunità di finanziamento disponibili a livello nazionale e in Europa per sostenere le azioni mirate alla qualità e alla sicurezza nell’ambiente di lavoro nella dimensione 4.0.
Il #BlulinkDay 2017 è in programma giovedì 18 maggio dalle 9 alla cantina Albinea Canali (Reggio Emilia) e nasce con il patrocinio di Aicq e Assintel.
Blulink nel corso del 2017 ha già organizzato la seconda edizione dell’Italia Risk Forum e sempre nell’ottica di promuovere una cultura d’impresa attenta alle nuove sfide della competitività organizzerà in novembre (nel contesto della Giornata Mondiale della Qualità) la settima edizione della giornata “Quality for Italy – Italy for Quality”.
Blulink è una software house attiva dal 1990 a Reggio Emilia. Il team guidato da Bernhard Konzet (amministratore delegato) si è focalizzato sullo sviluppo di Soluzioni Software per la gestione integrata della Qualità (Quality Chain Management) e della Sicurezza nell’ambiente di lavoro riunite nella piattaforma Quarta®3.
I sistemi Blulink sono adottati da quasi mille aziende in Italia e in vari Paesi nel mondo. Il team Blulink è composto da oltre 35 persone, 12 consulenti (il 50% certificati PMP). Blulink ha come obiettivo il raddoppio del fatturato entro il 2020 per arrivare a circa 5 milioni di euro puntando su soluzioni sempre più innovative e sull’internazionalizzazione senza escludere nuove acquisizioni e partnership sia in Italia che all’estero.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet