PROSPETTIVE DI CRESCITA “AMPIAMENTE POSITIVE” PER LA ABL DI CAVEZZO


MODENA 6 SETTEMBRE 2016 Abl, azienda di Cavezzo (Modena) per macchine per lavorazione della frutta, ha fatturato 14 milioni di euro nel 2015 e ha prospettive “ampiamente positive” sul 2016. Nonostante nel 2012 lo stabilimento sia stato danneggiato dal sisma in Emilia. “Avevamo un problema importante. Non riuscivamo più a produrre negli spazi disponibili che avevamo – spiega Carlo Ascari, titolare – Eravamo in 35 dipendenti su 1.600 metri quadrati”. Oggi i dipendenti sono 52. Il terremoto infatti è una vera ‘scossa’.
Subito l’azienda si spostò in un locale più grande, che permise di stipulare contratti per una quantità superiori al passato. Il danno poi è stato ripagato dalla Regione. Con un ulteriore investimento è stato costruito un nuovo capannone, il doppio del precedente. L’anno scorso l’export era il 99,82%. “Noi costruiamo macchine che nessun altro fa, nel mondo. E non mi passa neppure per l’anticamera del cervello, anzi non posso andare certo in Cina, in Bulgaria o in Romania a lavorare” conclude orgoglioso Ascari.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet