PLT ENERGIA (AIM) – PER CFO SIM GIUDIZIO “BUY” E TARGET PRICE A 3,5 EURO


CESENA 10 GENNAIO 2018 A seguito della recente acquisizione di 81 MW di capacità eolica e 1 MW di capacità fotovoltaica, Cfo Sim ha pubblicato uno studio che riporta giudizio “Buy” e target price a 3,5 euro, un prezzo che, confrontato con la chiusura di ieri a 2,54 euro, incorpora un upside del 37,8 per cento. Un giudizio e un’attesa che sono supportati dal buon andamento della produttività della società che riporta 2.300 ore di operatività annue, contro una media nazionale di 1.797 ore annue, e da un livello di efficienza che beneficia di impianti nuovi e all’avanguardia. Gli analisti hanno anche considerato positivamente suddetta recente acquisizione, che segue la strategia di acquisizione di impianti che creino sinergie ed economie di scala e aumentino l’energia da vendere. Nello specifico, la recente acquisizione comporta un aumento della produzione totale prevista per il 2018 di oltre 400 Gwh di energia verde. Intorno alle 16.20 il titolo segna un rialzo dello 0,8% a 2,6 euro, a fronte del Ftse Aim Italia che segna un +0,3 per cento.
Plt Energia, capofila di un gruppo attivo nel mercato delle energie rinnovabili, ha comunicato di aver acquisito dalla Società Podini Holding il 100% del capitale sociale di quattro società titolari di un portafoglio di impianti eolici di grande taglia, operativi in Puglia e Abruzzo. Operazione che porta la capacità installata complessiva di proprietà del gruppo Plt Energia a 216 MW, di cui 203 MW eolica, e consentirà un incremento dell’Ebitda consolidato di circa 14 milioni annui. Nello specifico, si tratta delle società Windsol, detentrice di due impianti eolici rispettivamente di capacità installata di 8 MW e 28 MW, Pescina Wind, cui fa capo un impianto eolico da 16 MW, Wind Turbines Engineering, detentrice di un impianto eolico di capacità installata pari a 12 MW ed Eolica Pietramontecorvino, che dispone di un impianto eolico da 17 MW e di un impianto fotovoltaico di capacità installata pari a 1 MW. L’operazione nel suo complesso ha un valore di 80 milioni e ha previsto il rimborso dei finanziamenti soci presenti nelle società veicolo acquisite e il subentro da parte di Plt Energia nella documentazione finanziaria relativa ai finanziamenti in essere nelle quattro società di scopo, originariamente concessi da diversi pool di banche e da Cassa Depositi e Prestiti, per un debito residuo totale di circa 52 milioni.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet