PIZZOLI HA INAUGURATO LA NUOVA PIATTAFORMA LOGISTICA


BOLOGNA 13 FEBBRAIO 2017 Una nuova piattaforma logistica per la Pizzoli di Budrio, realizzata su un’area di circa 18 ettari dopo la riconversione produttiva del sito dello zuccherificio ex Sfir. E’ la testimonianza della capacità di crescere delle imprese emiliano-romagnole. Alla presenza del presidente Stefano Bonaccini, la struttura è stata inaugurata sabato a San Pietro in Casale, nel Bolognese. Nata nel 1926, Pizzoli è specializzata nella produzione e commercializzazione di patate fresche e surgelate. La struttura ospiterà un magazzino automatico per lo stoccaggio del prodotto finito.
    “Lo stabilimento è stato realizzato recuperando un’area industriale dismessa”, ha voluto sottolineare Bonaccini, ricordando che questo è uno dei punti centrali “del nostro progetto di legge urbanistica, che tende al consumo a saldo zero senza bloccare la crescita. Anche questo investimento potrà dare un contributo all’ulteriore riduzione della disoccupazione”. Il nostro sistema, ha aggiunto, “deve puntare sempre più sulle eccellenze e sulla qualità di ciò che produce. In questo modo possiamo, insieme, continuare a competere con le economie più avanzate. L’agroindustria di qualità e la Food valley sono esempi concreti di come si possa puntare sulle eccellenze, integrando il nostro sistema economico tradizionale nel solco tracciato da innovazione, manifattura, turismo e cultura”.
    L’azienda occupa circa 150 addetti, con un fatturato di 80 milioni di euro nel 2016. Ha lavorato quasi 100 mila tonnellate di patate, in gran parte provenienti dal mercato italiano. Due le divisioni aziendali, surgelato e fresco, quest’ultima attualmente a Baricella. Si conclude così la prima fase della realizzazione del nuovo stabilimento aziendale, che ha comportato un investimento di circa 14 milioni di euro su 50 previsti a regime

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet