Pinko cresce (+4,6%) e corre a tutto green


fidenza 21 febbraio 2018 Responsabilità ambientale e focus sull’estero, sono questi in sostanza i due pilastri sui quali Pinko lavorerà maggiormente nel corso del 2018. E le energie sono più che buone per il marchio emiliano basato a Fidenza, che si lascia alle spalle un anno in rosa, per aver realizzato ricavi, nei 12 mesi, in salita del 4,6% a quota 204 milioni di euro e per aver ricevuto il certificato Elite di Borsa italiana (vedere MFF del 7 novembre). “È stata una leggera crescita, ma ci auguriamo di concludere l’anno appena iniziato con una performance a doppia cifra. Negli ultimi tempi ci siamo aperti a Usa e Giappone e consolidato la Cina, in questo modo la fetta estera è aumentata, arrivando a pesare per il 55% sul turnover. Inoltre stiamo riorganizzando le linee nell’ottica della vendita retail. Una rete che oggi nel mondo si dirama in circa 200 negozi monomarca di proprietà e in franchising”, ha sottolineato a MFF Pietro Negra, numero uno dell’azienda. Il gruppo a conduzione familiare ha approfondito inoltre la sua vocazione green. Accanto allo stabilimento, che diventerà sempre più verde grazie a un impianto fotovoltaico, Pinko ha iniziato una collaborazione con Treedom, unica piattaforma online al mondo che permette di piantare un albero con un click e monitorarne la crescita. L’obiettivo sarà realizzare in Kenya la Pinko forest, una piantagione da 10 mila alberi da frutto che vedrà luce nel 2018. Per sostenere l’iniziativa, che avrà un impatto non solo ambientale ma anche sociale, poiché garantirà alle popolazioni locali la raccolta dei frutti, il marchio ha lanciato il progetto #Startwithatree, che vedrà la vendita di una capsule di cinque T-shirt in cotone organico. Acquistandone una si avrà dunque la possibilità di piantare un albero. L’intera iniziativa sarà svelata durante Milano moda donna nella serata di venerdì 23, nell’ambito dell’evento Pinko per Treedom, dalle ore 18 presso Palazzo Giureconsulti. “Ho conosciuto questa azienda durante la mia attività di scouting di startup, ne sono rimasto colpito. Vogliamo mandare un messaggio importante nella moda e per il nostro futuro”, ha concluso l’imprenditore.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet