PIANO DI RILANCIO PER LE FIERE DI REGGIO EMILIA


REGGIO EMILIA 13 OTTOBRE 2017 Settantottomila euro per un anno di gestione. E’ quanto la Terminal One, NEWCO creata per presentarsi alla gara che ha assegnato gli spazi dell’ente Fiere di Reggio Emilia a due passi dalla Stazione Mediopadana. Quattro le buste che sono state aperte alla presenza del liquidatore giudiziale Tiziana Volta. Con base d’asta fissata a 25mila euro, l’offerta più alta l’ha consegnata la ditta individuale Alessandro Neri: 33mila euro. Cifra dalla quale sono partiti i rilanci, a colpi di cinquemila euro. A 73mila euro si è fermata la cooperativa La Bussola, attuale affittuaria dell’area. Per aggiudicarsi la gara, un anno fa, aveva pagato 22mila euro. “Siamo contenti per il ruolo che abbiamo giocato. La cifra raggiunta dall’asta significa che abbiamo prodotto valore”, le parole di Giordano Rodolfi, presidente della cooperativa. Soddisfatta anche la Medials di Roberto Meglioli, promotrice degli eventi andati in scena in via Filangeri col progetto Lime Theater. Nell’asta si è spinta fino a offrire 53mila euro.
Terminal One da gennaio avrà in mano l’area e vuole confermare gli eventi visti nella stagione in corso. Nella cordata ci sono nomi di famiglie imprenditoriali quali Brevini, Corghi e Fagioli. Tra gli undici investitori, per un totale di 880mila euro di capitale versato, ci sono anche Ivan Paterlini, Stefano Aleotti, Pietro e Marco Bernardelli. “Siamo una società aperta all’ingresso di tutti coloro che vogliono partecipare a questa ambiziosa operazione”, ha spiegato il presidente di Terminal One, Guido Prati.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet