PARMALAT: CDA, OK A RIALZO PREZZO OPA LACTALIS, CONTRARIO MOSETTI


COLLECCHIO 16 MARZO 2017 Il cda di Parmalat “ha approvato a maggioranza l’integrazione al comunicato dell’emittente a seguito dell’incremento del corrispettivo dell’offerta reso pubblico dall’offerente in data 9 marzo 2017”. Lo comunica la societa’ in una nota al termine del board che ha dato parere positivo all’incremento di prezzo da 2,8 a 3 euro dell’offerta pubblica d’acquisto lanciata da Lactalis. Si tratta di una decisione sostanzialmente scontata visto che aveva gia’ espresso parere favorevole anche alla precedente offerta confortata dagli advisor Leonardo & Co (per i consiglieri indipendenti) e Lazard (per l’intero board). L’unico voto contrario in seno al cda e’ stato quello di Umberto Mosetti, consigliere indipendente eletto in assemblea con la lista supportata dal fondo Amber che, insieme ad altri investitori, continua a ritenere insufficiente il prezzo offerto
“L’amministratore Umberto Mosetti ha motivato il proprio dissenso richiamando le argomentazioni gia’ espresse in sede di approvazione del comunicato dell’Emittente”, precisa la societa’ nell’aggiornamento del suo comunicato. In particolare Mosetti ha ribadito che “la valutazione dell’emittente sia basata su stime eccessivamente prudenti”, “ha espresso perplessita’ su talune scelte metodologiche degli advisor specialmente per quanto riguarda la valutazione del terminal value”, infine “non ha condiviso la scelta di non attribuire un valore positivo al potenziale esito favorevole del contenzioso attivo nei confronti del gruppo Citigroup”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet