PANARIAGROUP, INNOVAZIONE E RESPONSABILITA’ DI IMPRESA: PRESENTAZIONE DEL PRIMO BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ


modena 14 settembre 2017 Panariagroup, uno dei principali gruppi internazionali leader nella produzione di superfici ceramiche di fascia alta e lusso, ha presentato ieri a milano il suo primo Bilancio di Sostenibilità 2016, in anticipo di un anno rispetto a quanto previsto dalle direttive europee in materia di rendicontazione non finanziaria.

Con il Bilancio di Sostenibilità, redatto in conformità ai GRI Standards pubblicati dal Global Reporting Initiative (GRI) nel 2016, Panariagroup risulta così la prima società nel settore di riferimento e una delle prime società in Italia ad avere uno strumento in linea con i nuovi e più accreditati standard internazionali di rendicontazione di sostenibilità.

Il report, redatto in collaborazione con Deloitte e articolato nelle dimensioni di responsabilità economica, ambientale e sociale, rappresenta uno strumento di rendicontazione dell’attività del Gruppo, la cui mission si è da sempre caratterizzata per un approccio al fare impresa etico e rispettoso delle risorse e delle persone, e restituisce in maniera trasparente, misurabile e tangibile a tutti gli stakeholder una fotografia aggiornata dell’impegno di Panariagroup in questa direzione.

“Siamo orgogliosi di presentare per la prima volta nella nostra storia il Bilancio di Sostenibilità – ha commentato Emilio Mussini, Presidente di Panariagroup – che noi vogliamo intendere non solo come certificazione di un percorso di impresa responsabile che ci contraddistingue fin dalle nostre origini, ma anche come stimolo per costruire e realizzare iniziative che ci portino a rafforzare anno dopo anno, l’impegno nei confronti dello sviluppo sociale e economico della comunità di cui siamo parte nel pieno rispetto delle componenti ambientali. Crediamo fortemente in un modo di fare impresa etico e responsabile – ha continuato Mussini- che va ad allinearsi a quelle che sono, in maniera sempre più evidente, le richieste manifestate dai consumatori in tutto il mondo e in tutti i settori”.

Il Gruppo ha presentato i principali risultati del report con un evento, “La responsabilità, oltre la superficie Una tavola rotonda che ha visto la partecipazione del giornalista Luca Orlando, in qualità di moderatore, e di esponenti del mondo dell’economia e dell’architettura, tra cui il Sustainability Leader di Deloitte in Italia Franco Amelio e Mario Cucinella, architetto di fama mondiale particolarmente conosciuto per la sua ricerca e il suo impegno nei confronti della sostenibilità ambientale nelle costruzioni, nonché profondo conoscitore dell’innovazione nei materiali ceramici. Per questa presentazione Panariagroup ha aderito a Impatto Zero®, il progetto di LifeGate che compensa le emissioni di CO2 generate dall’evento attraverso l’acquisto di crediti di carbonio provenienti da interventi di creazione e tutela di foreste in crescita.
Nel 2016 sono stati raggiunti importanti risultati e intraprese iniziative rilevanti in ambito di sostenibilità economica, ambientale e sociale. In particolare:

• Iniziative volte a limitare le emissioni attraverso investimenti ed innovazione di processo;
• Impegno nel contenimento del consumo di materie prime ed energia;
• Focus sulla tutela dei dipendenti, in termini sia di sicurezza che di stabilità occupazionale.

Inoltre, Panariagroup continua ad incrementare i propri investimenti nel grès porcellanato laminato (primo Gruppo ceramico a introdurre questa tecnologia). Rispetto al grès porcellanato tradizionale, le grandi lastre ultrasottili, innovative e sostenibili:

• riducono del 50% il fabbisogno di energia termica per m2 prodotto;
• riducono del 20% il fabbisogno di energia elettrica per m2 prodotto;
• riducono dell’80% il fabbisogno d’acqua;
• abbattono del 30% le emissioni di CO2 in atmosfera.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet