Nomisma con Aster lancia strumento per riqualificazione energetica immobili


BOLOGNA 10 MARZO 2017 Aster, societa’ della Regione Emilia-Romagna per l’innovazione e la ricerca industriale, lancia Build Lab, piattaforma che riunisce tutti i soggetti coinvolti nella filiera delle riqualificazioni edilizie (banche, costruttori, istituzioni, associazioni di categoria, ecc.) per aumentare l’attrattivita’ dei finanziamenti e degli incentivi al fine di migliorare la qualita’ degli immobili in Emilia-Romagna, dove quasi il 60% e’ stato costruito prima del 1970. Del resto, si legge in una nota, il patrimonio edilizio da rigenerare in Italia presenta una situazione molto frammentata. Liguria (75,8%), Piemonte (70,6%) e Molise (70,6%), sono le regioni con gli edifici piu’ vecchi d’Italia, costruiti prima del 1970. “Oltre il 56% di esso e’ stato costruito prima degli anni ’70 quando sono state emanate le prime norme sull’antisismica e sul risparmio energetico. Per questi edifici, la quota di immobili in stato di conservazione pessimo o mediocre varia dal 16% per gli edifici costruiti negli anni ’60 ad oltre il 28% per quelli costruiti prima del ’45. In riferimento alle compravendite di abitazioni avvenute nel 2016 si stima che meno un quarto di esse appartiene alle classi energetiche piu’ elevate, e solo il 7,4% e’ costituito da immobili di classe A o A+”, afferma Nomisma nel report “BUILD CONNECTION, un percorso condiviso per lo sviluppo del mercato della riqualificazione in Emilia-Romagna”. L’Emilia-Romagna partecipa al progetto europeo Buildinterest (Horizon 2020), il cui obiettivo e’ rendere finanziariamente sostenibile la riqualificazione degli edifici, attraverso la creazione del laboratorio Build Lab – Laboratorio di Innovazione e Finanza per l’Edilizia Sostenibile. La proposta verra’ presentata il 10 marzo a Bologna insieme a Nomisma, durante il convegno “Finanziare, Innovare, Integrare – Build Lab per il rilancio del mercato della riqualificazione”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet