MOTORI MINARELLI (GRUPPO YAMAHA) RAGGIUNTA IPOTESI DI ACCORDO


BOLOGNA 1 DICEMBRE 2017 E’ stata raggiunta una ipotesi di accordo sulla gestione della vertenza aperta alla Motori Minarelli, seguita alla scelta del Gruppo Yamaha di ridurre la propria presenza a Bologna e in Europa.
L’ipotesi di accordo, firmata dalla RSU e da FIOM e FIM Bologna, tutela i lavoratori e le lavoratrici di fronte al rischio imminente di licenziamenti unilaterali (68) da parte dell’azienda ma che conferma un giudizio dei sindacati estremamente negativo sul piano presentato dall’azienda.
L’ipotesi di accordo prevede come unico criterio per l’uscita dall’azienda quello della volontarietà dei lavoratori a fronte dell’erogazione di un incentivo all’esodo significativo (75.000 euro lordi).
Nell’ipotesi di accordo si prevedono inoltre due punti che dal primo momento sono state richieste del sindacato e dei lavoratori: l’impegno all’utilizzo degli ammortizzatori sociali qualora permanga nei mesi futuri la necessità di ridurre le ore lavorate e l’impegno dell’azienda ad essere coinvolta in una serie di incontri (a cadenza semestrale) presso la sede della Regione sui temi delle strategie aziendali, nuovi prodotti, nuovi investimenti e nuove tecnologie.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet