MODELLERIA BRAMBILLA: NELLA SEMESTRALE CALANO FATTURATO E REDDITIVITA’


CORREGGIO 29 SETTEMBRE 2017 Il Consiglio di Amministrazione di Modelleria Brambilla (MBR:IM), società quotata su AIM Italia specializzata nella componentistica di precisione per il settore automotive, ha approvato ieri la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2017.
Gabriele Bonfiglioli, Amministratore Delegato di Modelleria Brambilla: “A causa delle forti turbative di mercato create dal dieselgate, le principali case automobilistiche hanno approvato i propri budget solamente nel corso del primo semestre 2017. Questo rallentamento negli investimenti ha inciso negativamente sul nostro risultato di periodo ma, come accaduto l’anno scorso, il secondo semestre sarà su livelli molto elevati, consentendoci di replicare i risultati del 2016. Modelleria Brambilla sta infatti cogliendo i frutti delle importanti iniziative commerciali avviate, tra le quali spicca l’acquisizione di Modelleria Ara, e che sono destinate a diventare ancora più efficaci grazie all’integrazione con Co.Stamp.”
Principali risultati IAS 17 adjusted al 30 giugno 2017
Il Valore della produzione è pari a Euro 7,2 milioni ed evidenzia un andamento tendenzialmente in linea con il dato al 30 giugno 2016 (Euro 7,6 milioni) nonostante il persistere del clima di incertezza che continua a permeare il mercato a causa delle vicende connesse al dieselgate. Si evidenzia tuttavia che al fine di fronteggiare tale turbolenza l’azienda ha avviato concretamente lo sviluppo di relazioni commerciali con nuovi clienti non esclusivamente legati al settore automotive che consentirà nel secondo semestre di riprendere un processo di crescita e favorire un recupero in termini di fatturato tendenzialmente in linea o leggermente superiore all’esercizio 2016.
L’EBITDA si attesta a Euro 0,59 milioni (EBITDA margin pari all’8,1%), rispetto a Euro 0,65 milioni al 30 giugno 2016 (EBITDA margin 8,6%). Tale variazione riflette, oltre all’andamento del fatturato, gli effetti della contabilizzazione al costo di alcune commesse non completate e non consegnate entro la chiusura del primo semestre per le ragioni sopra descritte. Tali commesse saranno completate e consegnate nel secondo semestre 2017 con conseguente riflesso della relativa marginalità sui dati attesi 2017 che dovrebbero attestarsi in linea con i risultati 2016.
L’EBIT è pari a Euro 0,21 milioni (Euro 0,25 milioni al 30 giugno 2016), dopo ammortamenti e svalutazioni pari a Euro 0,38 milioni (Euro 0,40 milioni al 30 giugno 2016).
Il risultato ante imposte è negativo per Euro 0,17 milioni (positivo Euro 0,04 milioni al 30 giugno 2016), principalmente a causa delle perdite su cambi rilevate sui crediti in valuta Dollaro (pari a Euro 0,15 milioni al 30 giugno 2017), dopo oneri finanziari pari a Euro 0,22 milioni (Euro 0,20 milioni al 30 giugno 2016).
Il Risultato netto è negativo per Euro 0,1 milioni (positivo per Euro 0,02 milioni al 30 giugno 2016).
La Posizione Finanziaria Netta è pari a Euro 6,5 milioni, in netto miglioramento rispetto al 31 dicembre 2016 (Euro 9,2 milioni), in conseguenza della riduzione di capitale investito, che passa da Euro 12,4 milioni al 31 dicembre 2016 a Euro 9,5 milioni al 30 giugno 2017, con particolare riferimento alla voce Crediti

Commerciali (che passa da Euro 8,9 milioni al 31 dicembre 2016 ad Euro 4,2 milioni al 30 giugno 2017) il cui valore risultava fortemente influenzato dalla fatturazione di commesse negli ultimi mesi dell’anno.
Il Patrimonio Netto è pari a Euro 3,0 milioni (Euro 3,2 milioni al 31 dicembre 2016).
Principali risultati al 30 giugno 2017
Il Valore della produzione è pari a Euro 7,2 milioni (Euro 7,6 milioni al 30 giugno 2016). L’EBITDA si attesta a Euro 0,48 milioni (Euro 0,50 milioni al 30 giugno 2016). L’EBIT è pari a Euro 0,23 milioni (Euro 0,26 milioni al 30 giugno 2016). Il Risultato ante imposte è negativo per Euro 0,14 milioni (positivo per Euro 0,06 milioni al 30 giugno 2016). Il Risultato netto è negativo per Euro 0,09 milioni (positivo per Euro 0,03 milioni al 30 giugno 2016).
Fatti rilevanti avvenuti nel primo semestre 2017
Nel corso del primo semestre 2017, la Società ha completato l’acquisizione del 51% di Modelleria Ara srl: l’operazione rientra nella strategia di Modelleria Brambilla volta a consolidare la leadership sul mercato nazionale e ampliare l’offerta all’elaborazione e produzione di modelli meccanici e stampi di alta qualità in tutti i tipi di materiali (legno, resine, alluminio, ghisa e acciai) che vengono poi venduti a Fonderie che li utilizzano per ottenere i propri prodotti finiti.
Modelleria Ara ha realizzato nel semestre 2017 un Valore della produzione pari a Euro 0,9 milioni, un EBITDA pari a Euro 0,21 milioni, un EBIT di Euro 0,16 milioni e un risultato di periodo positivo per Euro 0,11 milioni (risultati IAS 17 adjusted).
La suddetta partecipazione non è stata consolidata in quanto ciò non avrebbe portato alcun apporto in termini di conto economico consolidato considerato che è stato acquisito il controllo di Modelleria ARA srl alla fine del periodo al 30 giugno 2017. Per tale motivo ci si è avvalsi della esclusione dall’obbligo di redigere il bilancio consolidato in base al disposto del comma 2 dell’art. 28 del D.Lgs. 127/91.
Fatti di rilievo successivi alla chiusura del primo semestre 2017
 4 settembre: nuovo ordine da Euro 550.000 dal cliente messicano Bocar (costruzione di 6 attrezzature per la produzione di una parte telaio) con consegna prevista a dicembre 2017.
 28 luglio: sottoscritto accordo di investimento relativo all’integrazione tra Modelleria Brambilla S.p.A. e Co.Stamp S.r.l.. L’aggregazione permetterà la nascita di un primario operatore internazionale integrato, attivo nell’ingegnerizzazione, produzione e vendita di stampi per la pressofusione di alluminio e magnesio, conchiglie e casse d’anima per fusioni in ghisa e alluminio (processi a gravità e bassa pressione) e stampi per materiali plastici. L’Operazione configurerà un reverse take-over ai sensi dell’Art. 14 del Regolamento AIM e comporterà il lancio di un’offerta pubblica obbligatoria sul totale delle azioni di Modelleria Brambilla in circolazione e sulle azioni rivenienti dall’eventuale conversione del Prestito Obbligazionario “Modelleria Brambilla Convertibile 7% 2014-2019” (il “POC”).
Non è intenzione di Co.Stamp S.r.l. giungere al delisting.
L’assemblea straordinaria di Modelleria Brambilla per l’approvazione del reverse take-over si terrà presumibilmente entro il 30 novembre 2017.
Per effetto della suddetta operazione il titolo è stato sospeso dalle contrattazioni.
Evoluzione prevedibile della gestione
Nonostante i risultati in leggera flessione rispetto al primo semestre 2016, la Società prevede di confermare per l’esercizio 2017 i risultati economici registrati nel 2016, recuperando quindi in termini di fatturato e marginalità il rallentamento registrato nei primi sei mesi dell’anno.
Si evidenzia che al 30 giugno 2017 il portafoglio ordini della Società è pari a Euro 14,7 milioni.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet