MECSPE scommette sulla sfida della Fabbrica Digitale e delinea la strada per la quarta rivoluzione industriale italiana


PARMA 27 LUGLIO 2016 Come ricordato dall’Indagine conoscitiva su “Industria 4.0: quale modello applicare al tessuto industriale italiano” della Commissione per le Attività produttive della Camera, il manifatturiero rappresenta il 15% del PIL generato nel nostro Paese e ha un valore aggiunto di circa 200 miliardi di euro. Numeri importanti che rendono quanto mai necessario un impegno politico-istituzionale, affinché il processo di trasformazione delle imprese in ‘fabbriche intelligenti’ sia effettivo e renda competitivo il manifatturiero italiano rispetto a quello di altri Paesi, Germania su tutti. Il neo Ministro Calenda ha stimato che, nei prossimi 5 anni, il gap da colmare è di circa 8 miliardi annui e ha annunciato un grande piano di investimenti nella prossima finanziaria. Nel nostro Paese, come rileva l’Osservatorio Smart manufacturing del Politecnico di Milano, la produzione smart è una realtà concreta per solo un quarto delle imprese, che hanno già fatto o faranno a breve investimenti in questo senso (24%). Fortunatamente, però, ci sono sempre più occasioni per conoscere da vicino questo tema e capirne i vantaggi applicativi: oltre un imprenditore su dieci afferma di aver partecipato a convegni e fiere, che promuovono la cultura della digitalizzazione.

Tra queste sicuramente c’è MECSPE, la fiera internazionale delle tecnologie per l’innovazione (Fiere di Parma 23-25 marzo 2017), che per il quarto anno consecutivo avrà come cuore-mostra Fabbrica Digitale – Oltre l’automazione©, il progetto nato con l’obbiettivo di mostrare concretamente la via italiana alla quarta rivoluzione industriale, attraverso la realizzazione di unità dimostrative integrate che daranno vita ad una filiera produttiva completamente digitalizzata. Ma non solo. Tutte le iniziative speciali della prossima edizione vedranno esaltati alcuni elementi distintivi della quarta rivoluzione come l’additive manufacturing, la robotica collaborativa e l’advanced HMI, l’Internet of Things, l’Industrial Internet e il Cloud Manufacturing per mostrare alle aziende italiane come sia la combinazione di due o più di queste tecnologie che possa trasformare un’impresa in una ‘Fabbrica Digitale’ con vantaggi in termini di costi e tempi di produzione.

Fulcro espositivo delle smart technologies sarà il padiglione 5 di Fiere di Parma, totalmente dedicato all’automazione, che ospiterà cinque saloni sinergici con un focus specifico sull’area della robotica safe e collaborativa.
Oltre a quello Fabbrica Digitale con l’iniziativa omonima e l’universo di imprese che operano nell’ambito dell’informatica industriale, dell’ IoT, del Cloud Manufacturing e dei software industriali, il padiglione 5 ospiterà i Saloni:
• Control Italy, dove verrà dato risalto alla visione artificiale, alla metrologia e alla sensoristica;
• Motek Italy, che mostrerà le innovazioni nell’ambito dell’automazione, della robotica, dell’assemblaggio, del montaggio e della manipolazione;
• Power Drive, con sistemi e componenti per la trasmissione di potenza meccanica, oleodinamica-pneumatica, aria compressa e di meccatronica, ma anche di manutenzione e controllo del movimento;
• Subfornitura elettronica, dedicato alle lavorazioni elettroniche in conto terzi;
• Logistica con focus su movimentazione e material handling industriale, in un’ottica di lean manufacturing e supply chain management.

Per maggiori informazioni: www.mecspe.com tel. 02 332039470

I numeri di MECSPE 2016
85.000 mq di superficie espositiva, 39.656 visitatori, 1.639 espositori, 24 isole di lavorazione e unità dimostrative, 10 quartieri tematici, 10 saloni tematici, 6 piazze d’eccellenza, 72 convegni tecnici organizzati da aziende, università e associazioni.

I saloni di MECSPE
Macchine e Utensili – macchine utensili, utensili e attrezzature; Fabbrica Digitale – tecnologie informatiche per la gestione di una fabbrica intelligente; Motek Italy – automazione di fabbrica; Power Drive – Sistemi – Componenti – Meccatronica; Control Italy – metrologia e controllo qualità; Logistica – sistemi per la gestione della logistica, macchine e attrezzature; Subfornitura Meccanica – lavorazioni industriali in conto terzi; Subfornitura Elettronica – progettazione, lavorazioni elettroniche e componenti e accessori; Eurostampi, Macchine e subfornitura plastica – stampi e stampaggio; lavorazioni delle materie plastiche e della gomma; Additive Manufacturing – rapid prototiping e 3D printing; Trattamenti e finiture – macchine e impianti per il trattamento e la finitura delle superfici.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet