LE SCARPE BRUNO MAGLI TORNANO “ITALIANE”


bologna 20 febbraio 2017 Il nuovo corso di Bruno Magli passa da Aldo Bruè. Il marchio bolognese di calzature, acquisito nel 2015 da Marquee Brands, braccio operativo del fondo americano Neuberger Berman, ha affidato la licenza produttiva e distributiva al gruppo marchigiano a partire dall’A/I 2017-18 e con durata decennale. Per gestire il nuovo incarico, è stata creata una newco ad hoc, la Ab Servizi, affidata all’AD Stefano Luzi. A margine di theMicam, il manager spiega a Pambianconews che “dopo i tempi tecnici di riassestamento, a seguito dell’asta fallimentare, adesso tutto è pronto per ripartire. Ci siamo aggiudicati la vendita esclusiva delle collezioni Bruno Magli in Europa, Russia, e Csi, mentre sul fronte dello sviluppo e della produzione serviremo anche altre aree, tra cui Asia, Corea e Giappone”. Dal punto di vista del retail, il piano è di aprire da qui ai prossimi dieci anni 7 monomarca, “partendo da Milano, dove contiamo di approdare a cavallo tra il 2017 e il 2018, in zona Quadrilatero”, prosegue Luzi. Per quanto riguarda il wholesale, i clienti multimarca saranno circa 300. Aldo Bruè, che opera sul mercato a marchio proprio oltre che in conto terzi per i grandi brand e a oggi ha un fatturato di 16 milioni di euro, è alla sua prima licenza.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet