Tra le opzioni c’è la quotazione in Borsa per per Cosmoprof


BOLOGNA 12 GIUGNO 2017 C’è un’potesi quotazione in Borsa per Cosmoprof. L’idea dell’ipo per la fiera leader mondiale del beauty è stata lanciata dal sindaco di Bologna, Virginio Merola, che con l’11,4% delle quote è tra i principali azionisti di Bolognafiere. «A un certo punto», ha dichiarato il primo cittadino, «sarà importante quotare non la fiera ma il Cosmoprof, perché ci sono attività di pregio che si prestano a un ingresso dei privati». Nella stessa occasione, Merola ha sostanzialmente blindato il presidente Franco Boni per un secondo mandato, ipotizzando l’arrivo di un altro manager con le funzioni di amministratore delegato. Da Bolognafiere non commentano e precisano che si tratta di: «Una possibilità» al momento non ancora inserita in ordine del giorno. L’ultima edizione di Cosmoprof worldwide Bologna si è chiusa con 50 mila visitatori, con forte incremento (+16%) di buyer esteri. Il valore del brand, considerando tutto il sistema internazionale (a oggi vanta edizioni Usa, a Las Vegas, e cinesi, a Hong Kong, oltre all’India dove debutterà nel 2019 e ad altri appuntamenti worlwide in partnership), raggiunge gli 80 milioni di euro, di cui 50 spettanti a Bolognafiere, con l’obiettivo di raggiungere tra i 110 e i 115 milioni di euro entro la fine del 2020.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet