LACTALIS: FALLITI NEGOZIATI CON PRODUTTORI LATTE, AUMENTO 15 EURO DA SETTEMBRE


COLLECCHIO 29 AGOSTO 216 Il gruppo Lactalis, che in Italia controlla Parmalat, Galbani e Invernizzi, ha annunciato un aumento di 15 euro per tonnellata di latte dal 1 settembre a circa 271 euro, dopo il fallimento delle trattative a Parigi con i rappresentanti dei produttori. Da giorni e’ in atto una vera e propria “guerra del latte’ tra il gruppo francese lattiero-caseario e i produttori di latte francesi sul prezzo praticato da Lactalis per l’acquisto del latte giudicato troppo basso. Lactalis compra circa il 20% del latte francese e il 10% di quello italiano ed e’ il principale acquirente nei due Paesi. “Nel corso della riunione con le organizzazioni di produttori, che si e’ tenuto giovedi’ presso la Maison du Lait – si legge nel comunicato diffuso dalla societa’ – il gruppo Lactalis, per tener conto delle reali difficolta’ dei produttori di latte, ha voluto fare uno sforzo in piu’ sul prezzo del latte, con un incremento di 15 euro per mille litri nel mese di settembre”. Il mediatore aveva proposto di raggiungere un accordo su 280 euro (dai 257 attuali) ma i rappresentanti dei produttori non hanno accettato.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet