Nuovo laboratorio hi-tech per Basf a Pontecchio (Bo)


PONTECCHIO MARCONI 16 NOVEMBRE 2017
Con l’inaugurazione di ieri del nuovo laboratorio di Process Technology di Pontecchio Marconi, salgono a 80 milioni di euro gli investimenti che il colosso chimico Basf ha puntato negli ultimi sei anni sul territorio bolognese, principale polo produttivo del gruppo in Italia. La visita del premier Paolo Gentiloni è stata l’occasione per tagliare il nastro del nuovo hub di R&S sugli additivi per materie plastiche e per festeggiare i 50 anni della fabbrica (dove lavorano 300 persone sugli oltre 1.300 addetti Basf nel Paese), nata nel 1967 come Chimosa, diventata poi Ciba-Geicy e nel 2010 rilevata dal big di Ludwigshafen. ‘Oggi abbiamo inaugurato un laboratorio di ricerca particolarmente interessante, perche’ la ‘grande chimica’ e’ chiamata a una grande sfida: contribuire alla sostenibilita’ ambientale senza la quale la nostra economia fara’ fatica ad andare avanti. Dalla chimica ci aspettiamo uno dei contributi fondamentali su questo’. E’ uno messaggi lanciati dal presidente del consiglio, Paolo Gentiloni. Il premier ha inaugurato il laboratorio di ‘Process Technology’, che riporta in Italia l’attivita’ di ricerca dell’azienda sui processi produttivi degli stabilizzanti luce.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet