LA TREVI DI CESENA HA UN PORTAFOGLIO LAVORI CHE VALE 1 MLD.


CESENA 14 APRILE 2017 Ricavi totali a 1.080,5 milioni (in riduzione rispetto ai 1.342,3 raggiunti nel 2015, una contrazione legata alla debolezza del segmento Oil&Gas), Ebitda pari a 75,7 mln (Ebitda margin 7%) con un miglioramento significativo rispetto a 8,9 mln dello scorso esercizio), risultato del periodo di pertinenza del gruppo -86,4 mln (-115,2), indebitamento finanziario netto pari a -441 mln, portafoglio ordini pari a 956,4 mln (di cui 80% da eseguire nel 2017), patrimonio netto totale di 477,4 mln (564,9 nello scorso esercizio): sono alcuni risultati dell’esercizio 2016, approvato dal cda, del Gruppo Trevi di Cesena, tra i protagonisti mondiali nel settore dell’ingegneria del sottosuolo e nella produzione di macchine per fondazioni e perforazioni, che ha tra l’altro nuovi progetti in Usa e Medio Oriente nel settore Fondazioni.
    Il nuovo processo organizzativo di Trevi Finanziaria Industriale Spa ha previsto l’inserimento di alcune nuove figure di vertice che avranno il ruolo di sovrintendere importanti funzioni corporate della società Capogruppo, in particolare Marco Andreasi, nuovo Direttore centrale, Roberto Carassai, che ricopre da oggi il ruolo di Cfo e di dirigente preposto del Gruppo a far data dal 30 aprile, e Alessandro Vottero, responsabile dell’ufficio legale e societario.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet